PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La neve di notte piange

Di quel vetro bianco
Che silenzioso abbraccia le più lontane brughiere
Ne rimane un freddo cigolio
Di quando fiocco a fiocco
Sporco di sangue
Piange
Come una mano pallida di notte
pare accarezzare la luna
Con il suo tocco gelato
Scendendo lacrime dalle stelle
Così la neve di notte piange
Soffocando fiori e campi
Ed è vittima
Del lamento di boccioli novelli
Di pettirossi affamati
E del cuore di un bimbo
Quando è triste
Perché occhi non vedon più color
Così etereo.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 07/01/2014 13:40
    Leggendo si sente il freddo, bella ma triste...
  • Anonimo il 15/06/2012 12:05
    ... la chiusa
    è straordinaria,
    complimenti.
  • mariella mulas il 01/06/2007 14:28
    Deliziosamente pacata, malinconica, un momento di solitudine, un affresco emotivo!!! Bravissima Kiss.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0