PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Avresti sorriso ad ogni tuo ritorno

Se solo fossi stata in grado di salvarti tu... tu... avresti sorriso ad ogni tuo ritorno.
Tu che sorridevi sempre.
Tu che mi sorridevi sempre,.
Tu che improvvisamente hai travolto gli argini del mio cuore.
Tu all'improvviso... all'improvviso hai smesso di sorridermi.
Se io ti avessi salvata quella notte, se solo fossi stata in grado di salvarti,
se io non fossi stata così inutile... tu avresti sorriso ad ogni tuo ritorno.
Ogni volta che tornavi a casa dopo il lavoro mi sorridevi.
Il mio cuore si riempiva di gioia.
Da quella notte tu hai smesso di sorridermi.
E se io ti avessi salvata tu mi avresti sorriso ad ogni tuo ritorno.
Ed è per questo che non potrò mai perdonarmi.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Regina Ghiglietti il 09/04/2010 00:04
    Cara Fra non mi hai annoiato, sono solo triste per quello che è successo a tuo padre e le ripercussioni che ha avuto su di te.. ma sono felice che ora stai meglio..
    sia tu che Tania avete ragione posso solo dirvi questo...
    Buona notte Regina
  • tania rybak il 08/04/2010 23:16
    la penso come Francesca non possiamo attribuirci le colpe che spesso non abbiamo, perché il destino a volte fa le cose strane, bisogna perdonare le persone che ci hanno fatto soffrire e saper perdonare se stessi altrimenti la vita diventa non più un prezioso dono da custodire, ma un peso da sopportare, la vita va vissuta è basta, qualunque cosa succede,
  • francesca cuccia il 08/04/2010 19:56
    Cara Regina ti racconto un cosa privata devo ammettere che oltre a lei non ne ho mai detto niente a nessuno ma, solo perchè ormai tutto e passato e non serve però la colpa me la sono portata dietro per tutti questi anni.
    Quando mio padre si bruciò io lo vidi diventare carbone davanti a me non ho mai dimenticato quelle immagini anche se ero bambina, col tempo mio padre si salvo, un miracolo cosi dissero i medici stupiti anche loro, quando si parlava di come successe dicevano che fu perchè stava pulendo me con lo spirito ed una scintilla dell'accendino che mio padre portava sempre dietro esplose tutto in un attimo, il succo della storia è che in tutti questi anni ho sempre pensato che fosse stata colpa mia, mi dicevo: "se non mi avesse pulito, se solo io non mi sarei scritta con i colori a spirito tutte le braccia e gambe lui non aveva motivo per pulirmi e non sarebbe successo nulla".
    Questa colpa mi accompagnò anche se le immagini chiari nella mente mi portavano a capire che non era stata colpa mia ho sofferto per anni e anni per questa colpa adesso so che non è stata colpa mia le cause erano altre scaricando tutto su di me senza pensare il male che mi faceva, non li odio, li amo ma adesso sto in guardi non soffro per colpe che non ho, per tanti motivi si prendono delle decisioni nessuno ne ha colpe ma è anche vero che li fanno venire perchè siamo troppo buone.
    Scusa il prolungamento spero di non averti annoiata, baci Francesca.
  • Regina Ghiglietti il 08/04/2010 18:52
    buonasera a tutte allora procediamo kn oridine ke è una cosa ke mi piace particolarmente
    Grazie Loretta, sei molto gentile^^
    Cara Dani in primo luogo bentornata(scusa non te l'ho detto prima), vedi x me questa donna era di un imprtanza vitale e fidati se avessi saputo allora quello che so oggi avrei potuto salvarla... ma hai ragione anche tu all'epoca non ci potevo fare nulla rimane il fatto che rimane una delle cose che difficilmente mi perdonerò.. grazie del commento e delle parole di conforto mi servono sempre...
    Cara Anna questo amore non tornerà per il semplice fatto che fisicamente non può, spiritualmente non se nè mai andato.. e non sei all'antica xk io la penso esattamente km te^^
    grazie ancora di aver dedicato del tempo alla mia poesia vi abbraccio Regina
  • Anonimo il 08/04/2010 18:42
    Perdona me allora... sarò all'antica ma... il vero amore ritorna sui suoi passi... attratta da quella metà ... per il bisogno di riunirsi, per non sentirsi amputati... per sempre.
  • Anonimo il 08/04/2010 17:28
    No, Regina... non credo tu potessi salvarla, era il suo momento!!
    Quanto rimpianto per quel sorriso che diceva "Ti amo sono felice di essere qui"...
    prova a fare un passo avanti, senza punirti per colpe non commesse!!
    Bellissimi versi, pieni, pieni di te...
  • loretta margherita citarei il 08/04/2010 17:28
    versi tristi ma intensi bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0