username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Attendere prego

Come il cuore di un bambino la vigilia di Natale
Come l'attesa di un dolce che cuoce e che sparge il profumo
Come la luce del giorno dopo la notte
Come la primavera dopo l'inverno
Come la vigilia di un incontro importante
Come un week end all'inizio
Come una vetta ancora da scalare
Come il sapore di un bacio mai sfiorato
Come una carezza sui capelli quando eri bambino
invece di quel pizzicotto sulla guancia che faceva male..
che mi fa capire che non sto sognando
in realtà sto solo aspettando
E forse è l'attesa che ci fa desiderare qualcosa o
qualcuno, che raggiunto, non c'è già più

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 10/04/2010 17:36
    Amara considerazione. Bella poesia. Brava Laura.
  • tania rybak il 08/04/2010 22:17
    presumo che sia l'attesa di un amore vero o forse un amore già vissuto che ora manca, la speranza non si stanca mai di aspettare e di sognare, vedrai presto potrai godere di un bacio vero e sincero, bellissima
  • Salvatore Ferranti il 08/04/2010 20:53
    una poesia che è magia, che è un viaggio dentro l'anima, alla ricerca di qualcosa, di un senso che dia la spiegazione a certe cose.
    poesia molto bella.
    la speranza non muore mai.
    è bello vivere il momento, il futuro non ha senso.
    applausi.
  • Anna G. Mormina il 08/04/2010 18:50
    ... cara Laura, sì è così,... raggiuto non c'è già più e si riprende ad attendere...
    ... bella poesia, brava!!!
  • Antonio Villani il 08/04/2010 18:40
    sarà stantio come commento, ma purtroppo è così da sempre: il viaggio è sempre meglio del luogo in cui si va, il sabato del villaggio è sempre più bello della domenica. Attendere stuzzica la mente e ci da la forza di continuare a sognare, e anche se quello che aspettiamo non è (quasi) mai come vorremmo, il gusto di attendere, di stare li a fantasticare su ciò che sarà ci farà ripartire di nuovo verso nuovi sogni, verso nuovi amori, verso nuove mete
  • Simone Scienza il 08/04/2010 18:16
    La realizzazione di un sogno...è la morte di un sogno, anche se lo godiamo materialmente ci rattristiamo per la fine della magia. INFALLIBILE LAURA as usual
  • Anonimo il 08/04/2010 18:13
    a me pizzicavano sotto il mento e mi faceva ogni volta male... però quelle mani che oggi non ci sono più mi mancano... erano mani che mi avevano accettato.
    Verissimo quello che hai scritto... tutto è magico finchè attendi... poi...
    Ti abbraccio
  • Anonimo il 08/04/2010 17:44
    L'immaginazione unita all'attesa, sono magici se vogliamo...
    bellissima e dolce poesia...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0