username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Livida

Un Io assurdo e invidioso
colora questa confezione vuota.
È il colore rabbioso
più livido e cosciente che abbia mai visto.
E da tempo che queste dita
si vedono strappare troppe opportunità.
Chi arriva prima,
chi ha un sorriso più luminoso,
chi semplicemente ha una chance in più
per nascita.
Per me no. Non può essere così.
Nata sotto la stella sbagliata
nel posto sbagliato
da un grembo impaurito e infantile,
la destinazione mia è di guardare
ciò che anche lottando non potrei avere mai.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • augusto villa il 20/09/2011 21:59
    Porca miseria... mi ricorda qualcuno... ehm...
    Bella! -------
  • laura marchetti il 11/04/2010 08:36
    Sei molto brava a trasferire in parole sentimenti e realtà complimenti!!
  • Carmelo Trianni il 10/04/2010 21:26
    "Chi arriva prima,
    chi ha un sorriso più luminoso,
    chi semplicemente ha una chance in più
    per nascita."
    Beh, ci sono anche quelli che credono in se stessi e cercano di prendere quello che vogliono con tutte le proprie forze, col sangue agli occhi e anche facendosi strada a morsi
    In bocca al lupo!
    Bella poesia, saluti
  • giuliano paolini il 10/04/2010 16:42
    scendere sempre più a fondo nel vuoto per scoprire se è tale o altro, non ci sono alternative e quando lo scopri la questione è solo fra te e il saltare, o salti per vedere quel che succede o resti a lagnarti ben conoscendo quel che lasci. buon tuffo.
  • Anonimo il 10/04/2010 15:07
    È molto dura, ma bella poesia. Complimenti Tipa!
  • Salvatore Ferranti il 10/04/2010 14:23
    bella poesia mi ha affascinato parecchio... applausoni

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0