username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Una mattinata dal dottore

Al dottore,
una fila sconcertante.
È uno,
è due,
è tre
io li ad aspettare
il numero che sembra
non volere arrivare.
Passata la prima ora
uno già dorme,
altri col giornale in faccia
provano a stare svegli.
Io li guardo e scrivo
non c'è pagina di giornale che si muova
chissà... è strano!
All'improvviso
signor...
si, si sono io,
si era appena svegliato
ecco perchè quel giornale non si muoveva.
Ho capito una cosa
la prossima volta
metterò gli occhiali da sole
non ci sarà il sole ma,
almeno non mi vedono,
chissà che non riesca a riposarmi anche io
visto le nottate con i miei figli
che mi stanno attaccati al sedere anche di notte
delle vere zecche non riesco a mettermi a letto dal nervoso eh.
Ma sono belle le me principesse!
Arrivederci alla prossima...
se andrò!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • tania rybak il 13/04/2010 12:57
    hai ragione, brava
  • Dolce Sorriso il 12/04/2010 13:12
    ironica e simpatica poesia...
    bella
  • Antonietta Mennitti il 12/04/2010 11:37
    Ironicamente divertente. Brava Franci... hai descritto una noiosa attesa dal medico in modo reale!
  • Salvatore Ferranti il 12/04/2010 09:35
    una poesia molto ironica... sei bravissima fra...
  • francesca cuccia il 12/04/2010 08:56
    Infatti Regina, sono le mie Principesse, sono la mia vita, grazie un abbraccio a due ciao.
    Grazie a tutti amici, vedo che non piace a molti aspettare eh, meglio dormire anche noi quando andiamo tanto ci sveglieranno alla chiamata eheheh. grazie,, ciao.
  • Regina Ghiglietti il 11/04/2010 23:30
    Fra permettimi di dire LOOOOOL ahahahah
    si le file le odio anch'io dover aspettare in generale non mi garba tanto, ma quelle file infinite mi fanno morire...
    comunque si la prossima volta portati li occhiali da sole che servono sempre ahahahah
    e per concludere è il dovere dei figli rompere le scatole ed è dovere dei genitori sopportare... non ci si può far nulla d'altronde mica lo fanno con cattiveria...
    Un abbraccio Regina^^
  • laura marchetti il 11/04/2010 21:39
    è un buon posto per riposarsi... le attese sono talmente lunghe che bisogna proprio ESSER PAZIENTI!!
  • Anonimo il 11/04/2010 21:26
    Vero Francy.. ora si fa la fila in ogni luogo pubblico...
    bella poesia...
  • Anonimo il 11/04/2010 20:10
    Amica mia, ti consiglio di cambiar medico!
  • stefania saglioni il 11/04/2010 19:34
    Te lo dico sempre di non andarci così spesso dal dottore eh eh eh! Baci.