accedi   |   crea nuovo account

Una lotta senza eguali

Qui... abbandonato ai miei ricordi
feroci, senza pietà.
Soffocato da una belva invisibile
mi manca il respiro.
I miei occhi danno sfogo alla mia anima,
oramai immersa in un lago.
Un sospiro. Chino gli occhi e mi rassegno.
Vedo colori stinti.
Il chiarore che per parecchio tempo mi infervorava,
ora è quasi spento e
un gelo che da tempi antichi non pativo più,
che contavo di aver sconfitto,
ora sta avendo la sua rivalsa.
Una contesa dove io sarò il sopraffatto.

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Solo Aivlis il 26/04/2010 12:23
    Verrà di nuovo il tempo in cui calore scioglierà il gelo... e tornerai ad essere di nuovo libero... bella poesia... scritta con molta tristezza... ma davvero bella!!
  • Maria Rosa Cugudda il 26/04/2010 10:15
    valida poesia, con buone riflessioni da spingere, però , verso la reazione.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0