username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Vorrei

Vorrei spingere il pensiero
verso l'ancora
dove il sogno è un palpito soffuso
e si può allargare il cuore
quando è compresso da lacrime di fuoco
o da urli di pietra.

Vorrei chiederti:
cos'è la mia anima ora?
il suo soffio è etereo
sfugge al richiamo
e si perde nei meandri del silenzio
mentre la parola è solo l'illusione di un istante.

La tua anima è proprio lì
dove si è arrestato l'ultimo volo
al di là del nulla
oltre il buio della notte
in un affresco di cuori tumultuosi
nella nota di una chitarra spezzata
nel bacio di una donna triste...

E allora riprendiamo la storia
il cammino di un uomo
che non vuole fermare il pianto
l'emozione che si prolunga
verso i confini inesplorati.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ღ Soumaya Ch. ღ il 17/09/2012 22:27
    Bellissima poesia, racconta la sofferenza di un'anima ma nello stesso tempo la forza che ha per andare avanti "verso i confini inesplorati" e non fermarsi sul dolore ma "spingere il pensiero" verso un nuovo sogno che allarghera' il cuore "compresso da lacrime". I miei complimenti.

44 commenti:

  • francesco cannas il 30/01/2016 01:15
    stupenda lirica: l'ho letta e riletta varie volte. Veramente bravo
  • Grazia Denaro il 16/02/2012 22:24
    Splendida lirica stilata divinamente con versi fluidi, apprezzata!
  • Anonimo il 10/06/2011 08:40
    l'anima di un uomo sta sempre nel bacio di una donna triste. Ci sono sprazzi di luce notevolissimi qui, bravo Ignis!
  • Anonimo il 13/04/2011 17:01
    Sono qui ancora a leggere queste bellissime righe, davvero stupende...
  • Anonimo il 13/04/2011 15:01
    Non ho più parole... veramente... mi ripeterei... scrivi.. scrivi ancora lo fai divinamente
  • Anonimo il 20/03/2011 12:27
    Qui è stato detto tutto, quindi confermo e bellissima... Mi avvio anchio "verso i confini inesplorati."
  • Anna Raccardi il 12/02/2011 07:54
    poesia molto sentita, e allora riprendiamo la storia il cammino di un uomo che non vuole fermarsi mai,,,,, e si infatti non bisogna mai fermarsi, stupenda ciao
  • Anonimo il 25/11/2010 22:15
    Ricca di significato...
  • Giacomo Scimonelli il 09/11/2010 10:55
    molto bella.. apprezzatissimo lo stile...
  • Laura cuoricino il 17/08/2010 16:01
    Un momento tutto tuo per riflettere, ponderare e ripartire con più entusiasmo!
    Bellissima!
    Ciao, Cuoricino.
  • Anonimo il 29/07/2010 17:42
    "La tua anima è proprio lì
    dove si è arrestato l'ultimo volo."
    La voglia di riprendere tutto tra le mani e ricominciare a volare.
    Bellissima
  • Anonimo il 25/07/2010 18:48
    5 stelle accompagnate dai miei vivissimi complimenti. Un abbraccio, Miry.
  • Nicola Lo Conte il 11/07/2010 18:06
    Bella... fa pensare.
  • Anonimo il 21/06/2010 08:43
    Riflessione, sentimento, emozione impregnano questa bella poesia nella quale si legge l'amore per la vita, nonostante tutto!
  • Anonimo il 08/06/2010 14:24
    Capita anche all'anima di perdersi nel silenzio, ma le soste non sono mai del tutto deleterie. Meglio fermarsi, a volte, piuttosto che procedere per vie sbagliate e senza ritorno. Dopo una bella pausa riflessiva si può anche ripartire con l'entusiasmo giusto e una sana voglia di andare avanti.
    Molto intensa!
  • Anonimo il 03/06/2010 15:56
    Le immagini che emergono dalle tue parole sono tanto forti da sovrastare la grande malinconia che si prova leggendo. Molto bella Monia
  • Maria Lupo il 23/05/2010 00:19
    Noto un grande approfondimento sia dei temi che del linguaggio poetico. Molto complessa e affascinante questa "ricerca dell'anima", non sembra che ci sia molta speranza ma c'è comunque l'invito a riprendere il cammino...
  • Angela Marino il 12/05/2010 18:58
    Molto malinconico, triste, ma alla fine si vede sempre uno spiraglio. Una speranza.
  • Anonimo il 10/05/2010 00:01
    Vorrei
    una malinconia che arriva.
    Il tuo animo sensibile è capace ancora di sognare.
    Bravissimo Ignazio
    forse tra malinconici ci si capisce
    un azzurro abbraccio
    Angelica
  • esther iodice il 27/04/2010 22:16
    dove riparte il cuore riparta pure l'anima... perchè un uomo nella sua eterna malinconia trovi un'amore che allarghi le sue vedute... sei eccezionale!
  • Anonimo il 27/04/2010 19:48
    .. ti riconosco in quei tratti malinconici.. sei tu.. splendido come sempre
    dentro un sogno che ci contiene a prolungare un emozione la'.. proprio la' verso
    quel con-fine che e ' inzio inesplorato.. Scritta molto bene
    Un abbraccio carissimo..
  • garfield il 27/04/2010 17:19
    complimenti.. bellissima
  • Marysun... il 27/04/2010 13:30
    davvero suggestiva Ignis
  • Angelo D'Onofrio il 24/04/2010 18:27
    Hai detto bene... volere è tutto. Il volere è insaziabile e il "sogno" è il motore che trascina.
  • Anonimo il 24/04/2010 13:04
    Concordo con Nicoletta. Bravo Ignazio!
    Un caro saluto,
    Giuseppe.
  • A. SOFIA il 22/04/2010 09:23
    sempre bravo..
    un caro saluto
  • Aedo il 20/04/2010 00:12
    Ringrazio tutti gli amici dei bellissimi e profondi commenti. Sono tante le cose che vorremmo; ma alla base di tutto non dobbiamo dimenticare il sogno, a cui abbiamo riservato un posto privilegiato nel nostro cuore. E allora voglio andare sempre avanti nel mio cammino...
    Un abbraccio
  • Dolce Sorriso il 19/04/2010 13:21
    stupenda questa tua...
    suggestiva, dolce poesia
  • nicoletta spina il 18/04/2010 23:58
    Molto intensa e profonda, velata della melanconia che sovente ti accompagna.
    Riprendi la storia ma ferma il pianto e il volo riprenderà all'insegna del sogno.
    Bravo, come sempre del resto.
    Un abbraccio
  • Antonietta Mennitti il 18/04/2010 20:52
    Bella introspezione Ignis.
  • Gabriella Salvatore il 17/04/2010 14:30
    Molto, molto bella questa opera introspettiva!
  • Donato Delfin8 il 17/04/2010 13:55
    Ottima.
  • Fabio Mancini il 17/04/2010 02:43
    Una matura introspezione. Bravo amico mio. Fabio.
  • Don Pompeo Mongiello il 14/04/2010 15:58
    Una poesia che mi piace davvero. Bravo!
  • Anonimo il 13/04/2010 17:37
    Il viaggio... dove ci si può fermare in alcune bellissime stazioni prima di riprendere il cammino, meno soli di prima... una di queste è la tua poesia.
  • denny red. il 13/04/2010 02:27
    stupenda!! ben scritta bela chiusa. bravissimo!!!
  • Adamo Musella il 12/04/2010 23:17
    Il desiderio di un uomo raccontato con parole che sanno parlare nella lingua che noi facilmente sappiamo far nostra. La poesia è strada di altre infinite storie. molto bravo Ignazio. ciao
  • Anonimo il 12/04/2010 23:02
    molto bella questa poesia, credo che sia il viaggio che percorro anch'io. ciao Ignazio. Salva.
  • Anonimo il 12/04/2010 19:37
    Bella e profonda, mi piace molto la parte finale, complimenti!
  • Cinzia Gargiulo il 12/04/2010 17:37
    E allora riprendi il cammino Ignazio, vai incontro all'emozione e all'ignoto ma con il sorriso, abbandonando ogni tristezza e malinconia.
    Versi intensi e suggestivi.
    Bravissimo!
    Bacioni...
  • Anonimo il 12/04/2010 11:55
    Riprendo il viaggio verso l'emozione, la storia di un uomo che non vuole smettere di piangere... ecco Ignazio, dovresti smettere invece!!
    Bella, bella poesia... complimenti!!
  • Salvatore Ferranti il 12/04/2010 11:19
    poesia introspettiva di grande livello. molto apprezzata... sei bravo ignis
  • francesca cuccia il 12/04/2010 11:16
    Si viaggia sempre verso i confini dell'emozione, sogno di vita verso confini che vale la pena esplorare, molto bella.
  • Anonimo il 12/04/2010 11:01
    Suggestiva, onirica. Sembra davvevo un viaggio nell'ignoto. Bellissima!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0