username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Cane

Ho sempre sbagliato tutto nella vita
incontri, amicizie, lavoro.
Mi sono fidata di persone che
spesso erano medaglie con due facce
e mai d'oro solo di bronzo,
una visibile l'altra nascosta.
Ho sempre tirato in alto la moneta
del destino
ed ho ricevuto sempre una croce
un peso, un segno indelebile
che, nonostante ogni volta mi sia rialzata,
mi segna come ruga profonda,
la sensibilità di questa mia anima.
Una fatica di vivere, capire, amare.
Non scarico colpe sul destino,
o su chi non mi ha capita.
Mi assumo tutte le responsabilità,
mi lascio andare al cuore,
all'istinto, a volte abbaio,
ma non mordo.
Sono un cane da pagliaio
con un fiuto molto scarso,
forse perché odio la caccia.
E me ne torno ogni volta
quatta quatta, con la coda
fra le gambe alla mia catena
a leccarmi le ferite,
sola, come un cane.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Anonimo il 14/04/2010 16:52
    Osare sempre, non arrendersi mai, tornare con la coda tra le gambe, ma, poi, reagireee! Tu ne hai le capacità, come il mio Labrador nero, cane guida di nome Dan!
  • bruno guidotti il 13/04/2010 07:02
    Bellissima! Ma come è possibile, che la monetina lanciata in aria, per la scelta di una strada da prendere, esca sempre dalla parte sbagliata. io ti auguro di lanciarla e farla cadere dalla parte giusta. Anzi! sai che ti dico, bleffa, rimedia una moneta truccata, con tutte e due le facce simili, lanciala in aria e quando cadrà sul tuo palmo, sarà dalla parte giusta. Ti abbraccio, Bruno.
  • denny red. il 13/04/2010 02:05
    .. tranquilla.. arriveranno dal cielo.. col suo cavallo bianco.. la terra tremerà.. guarda sempre in alto.. è già lì
    vicino a te CIAOOO!!! LAURA!! .. FACCIO UNA PUNTATA.. PASSO DA UN AMICA.. PER UNA POESIA.
  • francesca cuccia il 12/04/2010 20:36
    Si da tanto, spesso e poi voltano le spalle al momento del bisogno, da li ci si accorge di chi sia amico o no.
    Parole verissime brava.
  • Salvatore Ferranti il 12/04/2010 20:24
    poesia che mi ha messo i brividi addosso, davvero molto bella.
    introspezione di grande livello espressivo.
    non sei da sola, cara Laura, non lo sei...
  • Anonimo il 12/04/2010 17:05
    Scusa ma dove abiti?? C'è posto nel tuo cortile?? Almeno siamo in due!... ahahah...
    bella introspezione, sincera e da qui direi di ripartire voltando pagina, eh si, ti ritocca ancora!!!
    Bella, bella...
  • tania rybak il 12/04/2010 16:30
    non essere troppo dura con te stessa, il cane è uno degli animali più buoni e fedeli, soprattutto se hanno padroni gentili a loro fianco, sei solo stanca e delusa, ma non sei sola, non essere confusa, ci siamo noi al tuo fianco, prendi un caffè, ti darà più carica e non ti sentirai più stanca
  • Paola B. R. il 12/04/2010 16:09
    Sei troppo dura con te stessa!!!!
    Il passato È passato!!!
    Dopo il temporale c'è il sole... chiamiamo la fata turchina!!!
  • Anonimo il 12/04/2010 15:41
    Non arrenderti mai! Bella poesia Laura, sei forte!
  • Simone Scienza il 12/04/2010 15:17
    Allora già il fatto di essere un cane è un miglioramento senza precedenti, per questo vivono poco poverini, il mondo non potrebbe sostenere più a lungo la loro bontà.
    Il mondo Laura ti avrà pure preso a bastonate, ma tu non sei mai stata realmente in catene, hai sempre avuto la voglia di correre libera nei prati, e questo è essenziale.
    BAU BAU

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0