PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Casa mia

Solo la cima degli alberi
a spaccare l'orizzonte
della mia terra.

Linea altrimenti piatta
schiacciata a marcire
sotto una cappa.

Come il fluoro, meschino,
di volontà ci indebolisce
qui non arriva vento.

Così l'identità falsa
tra noi si mesce
e l'amicizia, il rispetto
piano svanisce.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Samuele Scagliarini il 08/02/2011 10:29
    Ciao!!! Ehm... praticamente si! È il paesaggio che si vede dalla casa in cui ho abitato per un anno... a Renazzo... conosci?! Di dove sei tu? Grazie per i commenti!!
  • silvia giatti il 06/02/2011 15:57
    ma scusa la domanda.. dove abiti? nel ferrarese?
    è il passaggio direi opprimente che vedo io.. sempre
    sembra una cosa d poco conto... e invece il paesaggio in cui siamo immersi ti plasma l anima.. t plasma l umore sopratutto...
  • Anonimo il 21/06/2010 11:33
    Scritta molto bene offre un'ottima lettura. Mi piace.
  • Samuele Scagliarini il 19/04/2010 16:50
    Grazie Nicolas...

    A me non soddisfa, è come se le mancasse la giusta espressione... però dalle mie parti è proprio la sensazione che si prova ogni giorno... ci lavorerò comunque sopra!
  • Anonimo il 19/04/2010 16:12
    Poesia inconsueta nello stile (almeno per me). Molto bella. Complimenti!
  • Anonimo il 13/04/2010 08:44
    buona. c'è il giusto distacco dell'autore dalla sua poesia, non sei uno di quelli che dicono sempre 'io... io... io'; interessante anche la versificazione a strofe. piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0