PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

LEONI

LEONI

Leoni tranquilli
Riposano nella savana
il guizzo dei muscoli
sotto il mantello è potente...
a lungo restano immobili.

Il corpo fermo
gli occhi soli in moto
controllano il territorio.
L’aria è ferma
si posa il vento
è teso il silenzio…

Rrrromba un ruggito
come un fulmine tuona e spezza l’aria,
poi repentino esplode
e veloce conquista ogni atomo di vuoto.
Bagliori di artigli
nella polvere a tratti
si accendono e …subito muoiono

In un attimo...
tutto è finito
si smorza il ruggito
rinfoderati gli artigli
la polvere torna
al suo posto.

Il leone di nuovo
è tranquillo.
Ha graziato
l’ardito che ha osato
che ora indietreggia
trascinando a fatica
l’orgoglio.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • patrizia chini il 12/05/2007 22:32
    Il leone è veramente un animale maestoso, mi piace il suo sguardo ricco di fascino, che comunica magnanimità e autorevolezza, il suo portamento fiero. Terribile e titanico, però, quando la sua ira si risveglia
  • sara rota il 21/03/2007 20:11
    Bellissima, ricca di fascino!!!
  • Riccardo Brumana il 16/03/2007 07:59
    ora posso dirlo; hai classe!!! poesia magnifica.
  • luigi deluca il 18/02/2007 10:59
    L'eleganza e lo stile del re che grazia lo sfrontato!
    Magari gli uomini fossero altrettanto nobili!
    Belle immagini calde (io adoro il caldo!)
    gigi
  • antonio sammaritano il 30/01/2007 15:24
    bella e intelligente descrizione di un contesto che calza ottimamente con le metafore contenute.
    Ciao, Patrì.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0