PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Ninfa e il Fauno

Leggiadra, sotto la luna danza
la bella Ninfa, là, presso la fresca fonte,
ove la vita gorgogliando nasce e lesta scorre,
fra l'erbe e sassi.

Nascosto, il vecchio Fauno,
desioso osserva.
Furtivo cingerla vorrebbe,
ma lei evanescente e lesta, sorridendo con grazia sfugge.

Ora maliziosa, nuovamente danzando sosta,
per poi rifuggir ridendo,
quando la di lui mano,
ghermire le vuole il trasparente velo.

Fra le fronde e l'alti rami di foglie colmi,
squarci d'azzurro cielo e del sole dorati raggi,
giù nel selvoso piano salir di cristalline risa
e del flauto un dolce e triste suono.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • john doe il 16/03/2015 15:19
    Bellissima. Mi sembra di veder descritta la scena immortalata da Canova in "Apollo e Dafne" appena prima che lei si trasformi.

10 commenti:

  • Anonimo il 02/05/2011 11:15
    erotismo velato... desiderio di maliziose carezze... una danza d'amore... bellissima Bruno...
  • Giacomo Scimonelli il 20/06/2010 21:20
    dolce e triste suono... le tue sono vere e proprie poesie d'autore... non ho parole... complimenti amico mio
  • Carina Defilipe il 25/04/2010 22:10
    Mi piace moltissimo, pare fatata!!!
    Bella! quella delicata ninfa che sa di essere irraggiungibile...
  • Anonimo il 16/04/2010 17:17
    Questa poesia mi ricorda l'Aminta di Tasso, dramma nel quale un satiro attenta alla vita e alla verginità morale della bella Silvia...
    Ha un impianto più solido e un ritmo più omogeneo rispetto alla poesia del lampione...
    Penso che i puntini di sospensione nella terza strofa, anche se evidentemente posti per dare una nota di sospensione al dettato poetico, infici l'andamento del ritmo versificatorio, che fino a quel punto, come già detto, mi sembrava per certi versi coinvolgente.
    Parole quali "leggiadra","desioso","dorato","selvoso", per non parlare di anastrofi e iperbati, rievocano Leopardi...
    Molto bella complimenti
  • loretta margherita citarei il 13/04/2010 05:30
    bel quadro bucolico descritto, bravisimo
  • laura marchetti il 12/04/2010 23:41
    bellissima... mito, leggenda, magia di.. magiche descrizioni e parole
  • Anonimo il 12/04/2010 23:22
    E mi piaceeeeeeeeee! Bela davvero, intensa... Baci Lylly
  • Paola B. R. il 12/04/2010 23:18
    Bellissima!!! Le immagini così descritte appaiono e scorrono così delicate!!!!
    MAGICA!!!!
  • Anonimo il 12/04/2010 21:25
    Bravo Bruno... bellissimo scenario per un ottima poesia..
  • Cinzia Gargiulo il 12/04/2010 20:47
    Par di essere in un bosco incantato e di vedere la scena.
    Poesia suggestiva, scritta molto bene.
    Un abbraccio...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0