username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Né fede né verità

Vorrei dire,
che non c'è né fede né verità
nell'imporre la propria volontà
qui alcuno abbandona l'"io"
per comprendere la volontà di Dio.
Né speranza, né cieli nuovi
per chi non impara dai propri orrori.
Tutti in corsa per un dono
senza chiedere perdono,
e se ne brusio non s'accende l'amor per Dio
l'uomo si fa ragione
e calpesta il nome della croce
a te che sei l'inviato
dell'uomo della terra ingrato.

 

2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Verbena il 30/09/2014 11:17
    Illuminazione tangibile nei tuoi versi Gabriella. Non la tua volontà ti ha suggerito le parole di verità che hai scritto, ma Lo Spirito stesso. Grazie!

3 commenti:

  • Anonimo il 16/04/2010 20:10
    Poesia religiosa di forte impatto emotivo, fede che emerge come canto che si leva verso l'alto come un inno a Dio misericordioso. Preziosissima...
  • Salvatore Ferranti il 15/04/2010 22:41
    cinque stelline per questa poesia davvero molto profonda... brava
  • laura marchetti il 14/04/2010 08:51
    c'è molto egoismo e vogliamo tutti senza dare, parliamo senza mai ascoltare, bellissima riflessione, sei grande!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0