accedi   |   crea nuovo account

Maree

L'alternarsi delle maree,
balocco di Selene,
sommerge e scopre con monotona cadenza,
larghe fette di rena,
le guglie tormentate di martoriati scogli,
cupi monumenti di antiche ere.
Le mie sensazioni hanno la stessa cadenza,
ma la monotonia non ne è parte,
euforia e sconforto
tumultuosamente scoprono e sommergono
memorie di tempi andati,
l'angoscia del tempo a venire.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • laura cuppone il 02/06/2013 06:56
    Ciò che chiami monotonia in realtà si sposa perfettamente col pieno/vuoto che sentì...
    Siamo spiagge

    Bella!!!
  • laura marchetti il 14/04/2010 16:39
    sensazioni come le maree.. bellissime metafore