accedi   |   crea nuovo account

Pensiero mattutino

Sul picciol ramo in fiore
canta la cinciarella,
in ciel l'ultima stella
svanisce nel chiarore
d'un giorno appena nato
d'un altro trapassato.
Solo il destino sa già
se son gioie o dolori,
teniamo in alto i cuori,
quello ch'è scritto, sarà.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • mauri huis il 28/10/2011 21:40
    vintage, si direbbe oggi. carina e simpatica. complimenti
  • Anonimo il 17/04/2010 16:42
    l'indifferenza è la falce della vita: toglie il confronto, modella pedine e automi. riguardo a quanto dici io dico: al di là di ciò che la Chiesa afferma e di quanto menti più meritevoli affermano con le loro loquaci disquisizioni, noi "piccoli" sintetizziamo i nostri altrettanto piccoli pensieri. opinioni senza fondamento se vuoi, ma essenziali alla sopportazione spirituale. ciao^^
  • gian paolo toschi il 17/04/2010 16:37
    Per Anna Rita e Marina: l'argomento è alquanto controverso, basti pensare alle numerose dispute teologiche sul libero arbitrio. Lungi da me disquisire su ciò; la mia modesta poesiola è solo un invito a accettare con fermezza quel che sarà. Del resto il "sursum corda" ci viene dalla liturgia cattolica. Un saluto a due cortesi lettrici. Ben vengano le critiche; odio l'indifferenza!
  • Anonimo il 17/04/2010 16:14
    mah, mi sa che il destino lo costruiamo noi giorno per giorno, nulla è scritto, altrimenti non esisterebbero dolori maestri nè gioie ristoratrici, ma solo un andante monotono proseguire; e i doni di Dio non avrebbero senso... sa un po' di fatalismo e scontatezza.
  • Anonimo il 15/04/2010 17:51
    Sentita e alquanto piaciuta.
  • Anonimo il 14/04/2010 18:47
    ... nulla è scritto... perchè, altrimenti, a noi cosa rimane, se non un copione da imparare!!!!
  • laura marchetti il 14/04/2010 16:11
    bellissima perla di saggezza...
  • B. S. il 14/04/2010 15:50
    "Speriamo ciò che vogliamo,
    accettiamo ciò che accadrà"
    diceva Marco Tullio Cicerone.
    Ben costruite le rime!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0