accedi   |   crea nuovo account

Gufo

Come un gufo, mi poggio sulla scrivania,
silenzio notturno e il pensiero vola via.
La fantasia prende vita e come per incanto,
come sirena nel suo misterioso delirio,
prendo un foglio bianco e canto.
I marinai ascoltano le mie rime,
purissime colombe osservano ripulendosi le piume.
Ora sono Biancaneve che accudisce i sette nani,
subito dopo sono la Cenerentola
che lava i suoi sporchi panni.
Divento il Gladiatore che sfida le bestie feroci,
subito dopo sono una donna fragile,
che piange su Gesù e il peso della sua croce.
Sono una amante devota al suo amoroso,
subito dopo sono stanca e cerco il riposo.
Mi chiamo vita, mi chiamo poesia,
non ho una lunghezza e una misura,
sono viva e vivo nella fantasia.
Con quale misura si misura la bellezza,
la bellezza è oggettiva e non ha una certezza.
Sono bellissime le perle, piccole e rare,
ma sapete dirmi se è meno bello in confronto il mare?
Le sue onde grandi e impetuose,
le sue acque magnifiche e azzurre,
i suoi colori bagnati nei raggi di sole,
inimitabili e nello stesso tempo spaventose.
A cosa serve sporcare il mare con il catrame,
buttare il letame nelle acque che danno vita.
Sapete contare le creature del mare?
Per me sono infinite...
Un cavalluccio marino, i coralli e i delfini,
per me sono tutti utili e tutti sono divini.
Per me la poesia è vita,
portare nel grembo della mia mente,
un frutto di un amore innato,
partorita dalle mie mani gentilmente.
Amore non ha misura e non può essere studiato,
può essere criticato, odiato, invidiato o non capito,
ma scrivere quello che senti dentro non è mai uno sbaglio,
è un dovere e un assoluto diritto.
Esprimere in tutta la sua pienezza il libero pensiero,
senza metriche e schemi, senza sentirsi prigionieri.
Il poetare non è solo un mestiere,
serve il talento, è come un canto,
se non hai la voce, sarai stonato,
chi ha imitato Bocelli o Pavarotti,
può aver cantato anche bene,
ma sempre imitazione rimane.
Conosco i talenti ignoti
che non hanno spiccato il volo per paura,

12

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Fabio Mancini il 17/04/2010 02:21
    Un concentrato di molti pensieri. Ma quando parli del mare e della poesia, sei insuperabile. Un bacissimo, Fabio.
  • denny red. il 16/04/2010 03:03
    splendida!!! tania. ti leggo sempre volentieri!! e faccio sempre tesoro, delle tue parole, un abbraccio.
  • Paola B. R. il 15/04/2010 19:56
    Tania tu sei stra-ordinaria, nelle tue poesie contieni "come il mare" il tutto e anche di più!!! Leggi di un gufo incantato e ti ritrovi cavalluccio marino, Bocelli e poi falco... il bello è proprio questo, non sai mai dove arrivi!!!!!
  • Anonimo il 15/04/2010 19:23
    Ma come può un angelo come te trasformarsi in gufo?
    Non ti ha creduto nessuno!!!!
  • Auro Lezzi il 15/04/2010 17:59
    e bhè Tania non perdo tempo a commentà.. Rileggo e rigodo..
  • alice costa il 15/04/2010 17:43
    è semplicemente splendida!!!!!!
    " mi chiamo vita mi chiamo poesia... e vivo nella fantasia" ... superlativa...
    bravissima!!!!!
  • tania rybak il 15/04/2010 17:09
    un grazie immenso come il mare, anzi come tutto l'universo, vvb
  • francesca cuccia il 15/04/2010 17:01
    Le tue poesie son sempre più belle e vitali, sei bravissima cara Tania.
  • laura marchetti il 15/04/2010 15:31
    BRAVISSIMA!! Hai una capacità introspettiva e descrittiva degna di una grande poetessa, tu sei poesia e le tue poesie sono ottimi spunti di riflessione ed insegnamenti di vita che io prendo ad esempio... sei grande, bella, fuori... ma soprattutto dentro, un bacio amica mia, tvb
    laura
  • Anonimo il 15/04/2010 14:02
    Devo dire ch'è molto profonda. Ogni piccola cosa ha, in questo mondo, una grande importanza. E così pure la poesia di coloro che come tanti di noi poeti non sono, ma che esprimono sentimenti che alcuni che si ritengono poeti, non riescono neanche ad immaginare perché manca loro la sensibilità e l'umiltà di accogliere l'altro e il diverso da sé.
  • Anonimo il 15/04/2010 11:16
    Brava Tania!!!
    Bellissima poesia... lunga lunga... bella bella!!


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0