accedi   |   crea nuovo account

Tramonto

È giunta l'ora
Tra macchie di nuvole lontane
L'amor mio tramonta.
Un turbinar di luci
Avvolge il cielo, è danza di colori
Tra il canto stanco d'uccelli
L'etere par divenir mazzo di fiori
Velate chiazze di rosso
Tingono il momento.
S'inizia e si finisce: così è il mondo
Ruderi rimpianti di gioie mai vissute
E l'ombra, che sperde i colori
Nero velo di donna s'appresta al Carro:
Nello sospirar di luci tocco
Il momento in cui tutto dispare
E il mio canto si ferma.

 

l'autore Andrea Contenti ha riportato queste note sull'opera

Calcinelli, 22 marzo 2005


0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 15/04/2010 18:39
    Non male... anche se distante dai miei gusti...
    Ora comunque che è giunto il tramonto pensa ad una nuova alba!!!
    5 stelle
  • Anonimo il 15/04/2010 18:11
    orse, se non ci convincessimo troppo che tutto nasce per morire nell'accezione di cui ci hanno convinto, si avrebbe più forza per combattere perchè l'amore non tramonti. meno rinunciatari e più convinti che i sentimenti importanti si possono rianimare, curare, anche se questo costa fatica. non è possibile che una persona importante il giorno prima, il giorno dopo non lo sia più.
  • Anonimo il 15/04/2010 18:06
    Mi piace bella poesia! Complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0