username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Pennellate in seppia

Il golfo
pennellato in seppia
affiora
tra sudario di mare,
la nebbia,
dissepolto il giorno di calce,
resta gabbia d'argento
sui seni sfaldati
della costa.
E lembi
di luci aggraziate
nell'orma del mare
riposano.
A guardia
di fari assonnati
che d'onde
ancora risuonano.

È tempo
di barche ondeggianti
nel tenue approdare
del sonno.

Scolora
l'immagine lucente
e muore.

 

1
8 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessia Lombardi il 11/07/2012 20:43
    Una lirica soave e raffinata, fortemente evocativa..
    I miei complimenti!!

8 commenti:

  • karen tognini il 24/04/2010 14:15
    Che dire...è troppo bella...!

    bravissima...
  • Anonimo il 21/04/2010 01:54
    È simile ad un quadro. Pregevole l'accostamento inconsueto dei vocaboli. Molto bella.
  • Ivan Bui il 17/04/2010 23:31
    Non c'è dubbio che un giorno troveremo
    perfino il cubo dell'arcobaleno.
    Ma ciò che non si lascerà scoprire
    è l'arco di un'ipotesi d'amore.
    Stavolta ho chiesto aiuto a Emily Dckinson, una compagna fedele e silenziosa nei miei momenti di solitudine.
  • Giovanni Ibello il 16/04/2010 13:55
    molto bella, un vero e proprio dipinto; manca solo la firma...
  • K. Lear il 16/04/2010 13:55
    Bella, un raffinato ritratto impressionista
  • gian paolo toschi il 16/04/2010 13:36
    Delicata e aggraziata lirica, pittorica nella scelta dei vocaboli, riuscita nella linearità dello svolgimento del tema. Complimenti.
  • Anonimo il 16/04/2010 12:46
    Una rappresentazione in versi di un acquerello che io ho immaginato leggendo la tuoa poesia. Brava.
  • Salvatore Ferranti il 16/04/2010 11:21
    poesia molto evocativa,.. bravissima
    davvero molto apprezzata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0