accedi   |   crea nuovo account

L'avaro

Nel cuore serbava
desideroso di denaro
d'esser felice
d'una vita avita.

Il sonno turba
la mente ingrata
che sottile avida
il cruccio patisce.

Nè di spighe di grano
Né campi di fiori
Né gioia, né dolore
per l'avido cuore

che smise d'amore
e nel bramar il possesso
perse anche se stesso.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Anonimo il 26/04/2012 23:41
    Si, l'avarizia porta all'isolamento e alla pedizione ***** Franco.

    Un poeta famoso, del quale non ricordo il nome, scrisse una poesia con lo stesso titolo che fa così: Un tale/ caduto nel pantano/ disse all'avaro:/ dammi una mano!/ Darti una mano?/ rispose l'avaro/ te la presterò!
  • Donato Delfin8 il 20/04/2010 17:07
    Concordo.
  • Antonietta Mennitti il 18/04/2010 20:54
    Riflessiva, saggia, e vera! Un difetto umano che non comprenderò mai!
  • Anonimo il 18/04/2010 20:26
    È proprio vero che se non si è in grado d'amare, bisognerebbe almen impegnarsi a non nuocere al nostro prossimo!
    Bellissima, continua a scrivere con noi!
  • Anonimo il 18/04/2010 17:13
    Ottima...
    Io l'avrei impostata a sinistra per esaltarne meglio ogni verso.
    Ben fatta anche stilisticamente 5 stelle
  • Maria Rosa Cugudda il 18/04/2010 15:46
    ottime considerazioni, spinge anche alla riflessione! piaciuto inoltre lo stile.
  • francesca cuccia il 18/04/2010 15:33
    Chi tanto vuole niente avrà, cosi finisce col perdere il controllo, bellissime parole.
  • Anonimo il 18/04/2010 15:21
    Poesia molto significativa nel denunciare i vizi ed i difetti dell'uomo. Avaro è colui che è legato solo alla dimensione orizzontale della vita, alla materialità pura. Complimenti vivissimi all'autrice!!!!
  • karen tognini il 18/04/2010 14:12
    È molto bella...
    complimenti!
    e buona domenica!
  • loretta margherita citarei il 18/04/2010 13:36
    bella riflessione
  • Adamo Musella il 18/04/2010 13:03
    Una strada dove spense l'anima accolse l'uomo povero di spirito. molto riflessiva Gabriella. baci
  • Aedo il 18/04/2010 12:39
    La tua poesia, ben scritta sul piano stilistico, trasmette un importante messaggio morale e sociale. Brava!
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0