accedi   |   crea nuovo account

Bolle

Volavano via i pensieri, come vento
e andavan su
e andavano giù
a seconda del vento
e cercavan di resistere
come fanno le bolle
cercavan di resistere
di non scoppiare
per non espandersi e diventar cosa sola
con il vento
Il vento..
Cosa sola,
con il cielo
e i ricordi sembravano bolle
e dentro sembravano scritte le vite
di tutti
strani ghirigori
colorati
l'arcobaleno dei ricordi
ecco cosa sono in verità, le bolle
sono ricordi
che escono
ed escono leggeri
dall'anima
escono liberi
e non li puoi fermare
e non li puoi afferrare
perchè se li afferri cadono
e fa male
perchè non li puoi più prendere
perchè non torneranno

Eppure,
vedi
scoppiano comunque
anche se non ti alzi
e non passi la mano sopra
come curare le ferite,
fanno male anche se non le tocchi
e così puoi ricordarle
come bolle..
Cose leggere
più leggere dell'aria
di una leggerezza insostenibile..

E allora perchè fan più male delle cose
pesanti?

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Ketty Rotundo il 21/12/2010 18:19
    Mi piace molto la metafora delle bolle..
  • Sergio Fravolini il 09/10/2010 08:13
    Le ferite fanno male anche se non si toccano...

    Sergio