username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Fai quello che devi fare

hai pestato una merda,
cammina cammina
e la merda rimarrà sul marciapiede,
tanti altri ci cammineranno sopra.

cerca una stanza
togli le scarpe,
le calze e le mutande,
riempi la vasca di acqua calda
e metti a mollo i tuoi vecchi polpacci.

toc toc
apri la porta,
- mi sento come se avessi della merda sotto i piedi, dice lei.
- mi sento che ti amo, dici tu.
- ti sono vicina dice lei.
- mi sento di far l'amore, dici tu.
- mi sento di non poterlo fare, lo sai, dice lei.
- lo so', dici tu, allora togliti le scarpe.

Poi, non so
cazzo
fai quello che devi fare,
mentre russa
interrompi i suoi sogni e
scopala.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • laila il 05/03/2012 09:05
    È un delirio? originale e irriverente.
  • tania rybak il 22/04/2010 17:36
    non amo la volgarità e le parole che hai usato, forse per qualcuno può sembrare il coraggio, ma io la chiamo insolenza, mi dispiace, ma la penso così
  • B. S. il 20/04/2010 20:33
    Non lascia spazio all'immaginazione,
    sembra un fotogramma.
    È una scrittura originale e coraggiosa.
    Mi piace.
  • laura marchetti il 20/04/2010 14:10
    fai quello che devi fare... senza pensarci sù...
  • gian paolo toschi il 20/04/2010 13:34
    Mi piace il tuo realismo, molto efficace, senza tanti fronzoli e orpelli. Vita vera, nuda e cruda.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0