accedi   |   crea nuovo account

Gli anni fuggenti

Entro breve saran 19,
E alla seconda decade
Non manca ormai tanto.
È strano voltarsi indietro
Osservatore
La strada percorsa

È dissestata
Indietro non si può tornare
Mi sono fermato
Un attimo
Tante cose alle mi spalle
Fitta nebbia di fronte

Voglio che davanti
A me
Ci sia il vivere
Che prima non ho trovato
Una strada modellata
Dal mio pensiero

Libero dal torchio sociale,
Nei momenti futuri
Voglio assaporare
La libertà di essere
Individuo
D'essere uomo e mondo

Non siate quel
Che gli altri vogliono,
Forte stringiamo
La nostra vera natura,
Giacché nostri vanno fatti
Questi anni fuggenti.

 

l'autore Andrea Contenti ha riportato queste note sull'opera

Calcinelli, 3 giugno 2005


0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Gabriella Salvatore il 20/04/2010 21:54
    Bravo, condivido e apprezzo. Bella!
  • laura marchetti il 20/04/2010 21:49
    poesia molto bella, e tu carattere determinato e da GRANDE, complimenti!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0