accedi   |   crea nuovo account

Come una margherita

Finalmente... sta tornando la vita!
Apro la finestra per fare accomodare
un raggio di sole,
la primavera con il suo canto
Voci, canzoni, giochi per strada,
un gruppo di anziani sulle panchine
che parlan del tempo
Un cane abbaia festoso ad un merlo,
rincorso da un gatto
Ascolto la vita,
respiro il suo battito
che mi riempie il cuore, che mi fa sentire
di non essere sola...
E con amarezza penso già a chi,
con le intolleranze primaverili,
ricomincerà ancora col solito disco
per spegner quel suono...
Sono io, con i miei capelli ricci ribelli,
come la mia anima
che ha sempre contestato le ingiustizie,
molto spesso pagandole di persona
Nell'aria il profumo dell'erba tagliata,
il giardiniere si avvicina,
inesorabile,
a mietere le margherite nel prato
Rassegnate, hanno già piegato la testa,
già sanno che, tempo una piovuta,
torneranno come prima... più di prima
a sfidare il tempo e chi le calpesterà
Anch'io mi sento come loro...

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • tania rybak il 21/04/2010 16:30
    ma tu non sei una margherita, sei un ciliegio in fiore, un invito per le api e un frutto delizioso per noi, complimenti... speriamo, che il tempo non fa scherzi e non porta grandine, non vedo l'ora di mangiarti... sei un'amica dolcissima
  • rea pasquale il 20/04/2010 23:38
    Sentirsi rassegnato a piegare la testa, per poi rialzarla di nuovo, è in ogni modo molto triste.
    L'importante è far finta di accettare la vita così com'è e sperare che un giorno, saremmo capaci di alzare la testa per sempre.
    Bella poesia
    Ciao Laura
  • Elisabetta Fabrini il 20/04/2010 22:18
    Brava, la testa va sempre rialzata... speranza e ottimismo... bella poesia!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0