username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il nonno

Trascorro la vita inconcludente,
trascorro la vita senza far niente;
i figli e i nipoti
son diventati grandi,
non ho più niente da insegnare,
non ho più niente da commentare.
Sono il vecchio saggio
che non fa più niente
mentre gli altri hanno da fare.
Vorrei aver dei bimbi
da guardare, ho tanto da insegnare,
ho voglia ancora d'amare.
Il cuore batte ancora nel mio petto,
i sentimenti sono come prima,
solo i sensi sono un po' più lenti:
piango e rido, sento gioia, sento dolore,
non sono un pezzo vuoto da accantonare
anche se non corro nei prati in fiore,
anche se m'addormento mentre c'è chi lavora,
anche se guido lentamente il mio cavallo
a vapore, anche se ho il fiato affanoso e stanco,
anche se al bastone mi devo appoggiare
mentre la vita tarda a passare.
Mentre tu bel giovincello mi guardi
meravigliato ed incosciente, io ti dico:
anche tu per questa via devi pur passare.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 14/06/2010 21:49
    Sagge parole, tutti da lì dobbiamo passare, anzi la speranza è quella di arrivarci.
    L'età purtroppo ci cambia l'aspetto fisico ma non ci cambia la giovinezza interiore.
    Bella e tenera quest'opera.
  • Elisabetta Fabrini il 21/04/2010 09:05
    queste parole sono dolcissime... vuoi adottarmi come nipote?? io non ho mai conosciuto i miei nonni... un abbraccio!!