accedi   |   crea nuovo account

Improtetto

Pratica l’orrenda solitudine
Ha vissuto un dramma qual è la morte
E stabilito regole che solo lui conosce
Ha un arte che non si sa spiegare
Spesso gli riesce ma non potendo ricordare
Si stufa persino di mangiare
Il lavoro semplicemente lo tratta male
Questo perché non ha ancora capito cosa fare
Il futuro è una brutta cosa per chi lo pensa
Al mondo non sa stare, è inutile mentire
Oggi lava i piatti, domani picchia il cane
Sembra una vita facile ma invece è importante
Non fateci caso se troppo spesso guarda male
Ha capito di stare bene solo facendosi odiare

Lava la macchina
Pulisci le scale
Metti in ordine
Porta giù il cane
Stira la camicia
Che domani in ufficio non lo devi far notare

Questa notte c’è la nebbia, è settembre, per le strade
Se cammini, senza guardare, puoi notare
La sua camminata non ha nulla di speciale
Adesso cambia canale senza nemmeno sdraiarsi
Appoggia un po’ la schiena sul sofà
Che tristezza questa sera, forse sarà normale?
Domani è sabato e si prepara già con la mente
Esce spesso e volentieri con amici o parenti
Ma si sa, a lui non piacciono gli adolescenti
Perciò niente discoteche o cose inerenti
Meglio dove si può parlare e lamentarsi
E magari commentare qualche bel culo soffocante
A lui piacciono le grasse e non solo a lui
D'altronde lui non è un granché
Pratica la solitudine, si sa
E anche se si lamenta sempre così sta

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Anonimo il 06/06/2011 20:26
    Dolorosa
  • Michelangelo Cervellera il 28/05/2008 14:17
    il farsi odiare vuol dire farsi notare e quindi esserci, quindi essere vivo. Spesso ci si accontenta di respirare.
    Un bel tema.
    Michelangelo
  • TIZIANA GAY il 06/02/2008 12:09
    MI PIACE LA DESCRIZIONE DI CHI STA FUORIPOSTO NELLA VITA.
  • Edmondo F. il 05/11/2007 18:28
    Non ho mai preso un 10!
    Un 9 1/2 si. Ma era un tema, di quarta magistrale, su Leopardi, questo però vale per me di più. Mi fa piacere!
  • loredana bassani il 01/02/2007 15:28
    forse no, anzi sicuramente, ma l'amore è l'unica cosa che ti fa sentire parte di una felicità astratta che nessuno può spiegare e definire, proprio per tutte le contraddizioni che implica. Chi non sa o vuole amare nasconde e chiude tutto in se, ma se noi abbiamo già noi stessi credo che valga sempre la pena farsi contaminare e donarsi per qualcosa di immenso e unico valore, riempirsi di nuova vita per non morire mai e per l'unica cosa che neppure la vita può uccidere... molto bella l'immagine della solitudine che per me è la ricerca di noi stessi, indispensabile!!
  • Edmondo F. il 31/01/2007 18:37
    Per Ester:
    Forse non si vive solo per amare, forse non si può non odiare così come non è impossibile vivere senza amarLa!
  • ESTER zaniboni il 30/01/2007 20:44
    Odiare,? perchè vuol farsi odiare? perchè ha paura di sorridere? di sentirsi bene? o semplicemente è una persona che vive la vita senza amarla.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0