PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cantore di suoni

fai volare il verso alle orecchie dello sbadato sconosciuto,
portalo dove nascono le parole
lascialo godere dei contorni fiabeschi
ove le tristi sfumature non hanno luogo;
tra i cristalli del cielo danzerà compiaciuto,
banchetterà sulla carcassa della beatitudine
ingozzando il suo essere.
Ed ecco che nella completezza di un attimo
l'eco di un infedele e impacciato sentimento
sinuoso lo farà precipitare.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Sergio Fravolini il 10/08/2010 15:40
    Tristi sfumature...

    Sergio
  • ignazio de michele il 16/05/2010 17:16
    giusto... così impara. ottimo svolgimento
  • - Giama - il 11/05/2010 23:12
    Piaciutissima!

    Gia
  • Marco Giardina il 10/05/2010 14:17
    si.. riesco ad immaginarlo... un tipo calmo sulla strada... lo porti in un posto e ci fai conoscere tutte le bellezze della vita in un solo giorno... poi una triste verità, ti porterà a a farti giudicare come un falso..
  • ignazio de michele il 27/04/2010 07:21
    bravissima. svolgimento troppo bello, complimenti
  • luciano tagliapietra il 22/04/2010 01:19
    la parola è tutto: gioia e dolore, sentimento ed irruenza, volgarità e delicatezza; io credo che l'uomo si annoiasse nel paradiso terrestre e allora il creatore ha dato all'uomo un gioco che non finisce mai: la parola.
  • tania rybak il 22/04/2010 01:01
    lascialo godere dei contorni fiabeschi dove le tristi sfumature non hanno luogo, meravigliosa, complimenti
  • denny red. il 21/04/2010 22:31
    piaciuta!! ben scritta bei versi. brava.
  • loretta margherita citarei il 21/04/2010 21:08
    bei versi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0