PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

FORSE UN GIORNO MI SVEGLIERO'

Forse un giorno mi sveglierò
come oggi in questo lago
di buio e silenzio
e libri sul tavolo impolverato.

Forse un giorno mi sveglierò
e tutti così mi avranno dimenticato

quando i fiori sui prati sboccerano
ed i vecchi cammineranno senza cane

quando sui muri le scritte
avranno parole sconce
ma nessuno più le guarderà
perchè un giorno forse mi sveglierò
e qui non ci sarà come un mondo
di nausea e di vomito in un letto
di vetri spezzati sulle strade

e poi l'errore l'ingordo
sotto l'albero del cielo
una notte stellata in un pugno
e tu che mi guardi
alla fine.

Forse un giorno mi svelgierò si
come tutte le cose più assurde incastrate

come la vita le persone
i semafori gli sguardi

la tua foto sul comò mentre ora non dormo
ed anche questo mio foglio
come un ultimo vento

per fingersi l'Amore.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 18/02/2008 16:45
    Bellissima... sei già sveglio...
    Grazie
    Vincenzo
  • Angela Maria Tiberi il 12/08/2007 12:26
    Tu non fingi, la tua poesia esprime amore verso qualcuno che non è riuscito a comprenderti. Angela
  • Riccardo Brumana il 25/03/2007 03:50
    non male.
  • Alberto Ghia il 06/02/2007 21:15
    ottime impressioni, direi! l'ésprit decadente esce fuori in un modo totalmente diverso ed allo stesso tempo moderno, molto adeguato ai tempi. ottimo lavoro anche questo componimento. 9
  • rossella bisceglia il 01/02/2007 22:22
    leggerla m'ha incuriosita: l'impressione è buona, continua così!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0