PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cara mi è la notte

I miei passi seguono i tuoi
in un andare lento,
lento come le acque di un lago.
Una luce accompagna i nostri pensieri
di oggi, di ieri, di sempre
Guardo immobile l'astro
che riluce nell'infinito scuro
dell'eterna Notte,
una moltitudine di raggi colpiscono
i nostri occhi,
specchi in frantumi
delle nostre anime di cristallo...
pure come l'acqua della fonte
che vide bagnare i nostri corpi
al chiarore irreale della luna
prima irrigiditi dalla fredda fonte
poi incendiati dalla fervida passione
L'alba ci colse sulle sponde del ruscello
teneramente abbracciati l'uno all'altro
Ma poi ci svegliammo distanti mille miglia
era stato tutto un sogno
il mio sogno, il tuo sogno.
L'alba regala il cielo al sole
astro che sorge sul cuore del mondo
sul mio cuore, sul tuo cuore.
Nella mente l'eco delle tue parole
nell'anima i riflessi del tuo splendore
il colore del tuo amore.
La luce del giorno m'è nemica
fugge da me il ricordo del bianco astro
ritorna dama dalla veste bianca,
ritorna a donarci il tuo chiarore
il tuo muto colore..
Cara m'è la notte che regala
sogni agli innamorati, li coccola
li avvolge nel suo manto nero
lontano da occhi indiscreti di chi
è invidioso di chi ama.
Notte che nascondi le strade
alla vista di chi non ha amore negli occhi
fa che il che un raggio di luna
indichi la strada al mio amore
che non possa perdersi in questo mondo
che ci tiene lontani.
fa che un'argentea pioggia di stelle
grandini sul suo cammino
cosicché smarrir non possa mai
in questo arabescato mondo
saturo ormai di falsi colori.
Danzeremo insieme
nel candore dei tuoi prati
nell'odore dei tuoi boschi
nel sapore dei tuoi laghi.
Cara m'è la notte
che coi suoi colori
tinge i miei pensieri,
i tuoi pensieri
di sempre di oggi, di ieri.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • clem ros il 24/04/2010 22:40
    È una delle prime poesie, scritta circa 12 anni fa con Patrizia di roma. Non l'ho più ritrovata, se si dovesse riconoscere nella poesia, vorrei tanto ripetere l'esperimento con lei.
    Se poi volete fare l'esperiomento con me una di voi, mandatemi un messaggio con i primi versi, vediamo cosa esce fuoti.
    Affinità elettive, questo è il messaggio.
  • francesca cuccia il 24/04/2010 22:30
    La notte
    nei pensieri
    per sempre.
    Bel finale, molto belle le tue poesie.
  • loretta margherita citarei il 23/04/2010 16:57
    bei versi
  • maria caputo il 23/04/2010 16:50
    Sono senza parole... È un incanto questa poesia... Cara m'è la notte e come è cara...