PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Circo

Funambolica presenza
sospesa
è assenza.

Su corda tesa
lascia camminare
speranze e illusioni.

Sei nel mezzo
tornare indietro non se ne parla
proseguire un suicidio.

Chiudi gli occhi e tira dritto.

Prima che da un capo
o dall'altro
lui decida di sciogliere il nodo.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • alessandro mandelli il 28/09/2012 07:47
    la paura del funambolo da circo, rispecchia la paura che accompagna oggi l'essere umano, preoccupato di non perdere il posto di lavoro, anche se pericoloso e pesante, ma importante per la sopravvivenza della propria famiglia.
  • Anonimo il 30/04/2010 09:44
    Sfogo d'amore. Piaciuta
  • Anonimo il 25/04/2010 21:55
    Poesia stupenda.
  • denny red. il 24/04/2010 18:09
    molto piaciuta! brava tipa, questa è poesia.. non esiste nel mezzo.. saresti gia morta,
  • laura marchetti il 24/04/2010 12:39
    molto bella... la vita, l'amore...è come camminare su di un filo...
  • Fabio Mancini il 24/04/2010 12:38
    Per fare i funamboli, bisogna esserci portati. Io preferisco la certezza del suolo. Baci, Fabio.
  • Anonimo il 24/04/2010 12:01
    Paura, poesia, e sia poesia minima, ma tragedia. «Ci vorrebbe una rosa rossa che porgo per prendere un sorriso.» (12/02/1985 Raymond Carver). Bella poesia, cinque stelline.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0