PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Me_ditato

Ritorna,
in eterna ciclica costante,
desueta consuetudine
di solitudine e note.

D'antefatti artefatti,
riaffiorano a fiotti
spettri di sensi
densi di fauci
e d'infausti denti:

e distrugger vorrei,
d'un colpo,
il roteare del tempo,
tra riverberi
di rimembrate membra
di vita
marcite in un frigo.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Chirio Giocoliere del Verbo il 26/04/2010 12:45
    attento tento. e tendo, a ringraziare... ci tengo.
  • loretta margherita citarei il 25/04/2010 17:47
    complimenti bellissima
  • Anonimo il 25/04/2010 12:21
    CONDIVIDO IL PENSIERO DI bELLANCA...
    BELLABELLA...
  • Giuseppe Bellanca il 25/04/2010 12:18
    me_ditata solitudine, la miglior occasione in tempistica per ottemperare a tanto...
    che la vita sia ciclica... non fa una piega!
    Bella posia... come sempre!
    Un saluto...
    (bello leggerti ogni tanto......)
  • loretta margherita citarei il 25/04/2010 06:00
    ottima poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0