PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Lacrime di una pagina triste e solitaria

Ti sento piangere...

tu, pagina che brami l'idillio
col poetico inchiostro...

il tuo padrone non c'è
il poeta cantore che scrive su di te
non ha più una vita
è costretto a guardarti vuota desiderosa di pienezza...

il tuo acido singulto pervade il tuo cantore
e la tua vita triste e solitaria
finisce inesorabilmente
in un cestino ricolmo
di inutili cose.

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • enrica merlo il 04/05/2010 16:46
    Che triste veramente!! Non e' possibile che una pagina provi queste cose!! Sei stato molto convincente, bravo, la tua poesia e' davvero struggente!!
  • Maria Rosa Cugudda il 02/05/2010 22:41
    Molto apprezzata, per contenuto e stile!
  • loretta margherita citarei il 26/04/2010 22:05
    originale