username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Storia di ordinario razzismo

Fino a qualche
anno fa,
mi sentivo
patriota,
m'inorgogliva
essere italiana,
fiera d'esser
figlia
di questa sacra terra
di santi, poeti e navigatori,
culla, sin da tempi
remoti, della civiltà.
Ora provo vergogna,
di appartenere,
di far parte
di questo popolo italiano,
se,
come è successo,
qualche giorno fa,
(si è toccato il fondo)
in un ospedale
del nord,
alcuni medici,
con pregiudizi razziali,
lasciano morire,
non curandola,
una bambina di colore.
Quando si permettono
queste crudeltà,
non c'è più speranza,
per colpa di alcuni,
non c'è più dignità.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • denny red. il 28/04/2010 01:43
    MADRE DI DIO PREGA PER NOI
  • Anonimo il 27/04/2010 22:45
    Bella e attuale.
    La grandezza di un popolo si riconosce da come riesce a prendersi cura dei più deboli.
    Brava
  • Anonimo il 27/04/2010 21:06
    Argomento che oggi non ha fine, è veramente vergognoso!!
    Grazie Lor, sollevi sempre dialoghi su problematiche
    che facilmente dimentichiamo...
  • Anonimo il 27/04/2010 19:56
    Hai ragione cara Lor, io aggiungerei pure che non si è civili neanche quando un processo dura vent'anni... e mi fermo solo qua!
  • Anonimo il 27/04/2010 19:21
    Loretta mi associo con te.. che vergogna.. Bravissima Loretta.. come sempre
  • Giuseppina Iannello il 27/04/2010 18:35
    Ritrae molto bene la situazione: complimenti, 5stelle
  • tania rybak il 27/04/2010 17:32
    giustissima denuncia, qualche volta ho percepito il razzismo sulla mia pelle, quando le persone mi facevano le domande troppo invadenti e con un pizzico di pregiudizio, per fortuna la stragrande maggioranza di voi italiani si dimostra di essere un popolo generoso e altruista, sono molto felice di questo e ringrazio tutti voi di avermi accolta a braccia aperte, possiamo solo pregare per quella bimba e denunciare ingiustizia, ma che vuoi fare ci sono medici che hanno fatto il giuramento di "ipocrita", peggio per loro, pagheranno le conseguenze, che Dio possa essere misericordioso anche con loro, complimenti Loretta, baci
  • garfield il 27/04/2010 17:17
    hai perfettamente ragione..
  • Ezio Grieco il 27/04/2010 15:22
    OK! Una denuncia condivisa e, a pensarci bene, queste cose fanno... male a chi sente di essere un'essere UMANO.
    Ciao amica mia.
    cl
  • alice costa il 27/04/2010 14:54
    riflessione profonda e triste...
    mi vergogno spesso anch'io...
  • Ugo Mastrogiovanni il 27/04/2010 14:36
    Purtroppo le discriminazioni sono sempre esistite e forse oggi aumentate. Siamo ancora nei tempi dove l'uomo non la smette di essere un " homo homini lupus".
  • Gabriella Salvatore il 27/04/2010 14:28
    Grandissima riflessione sul razzismo, molto apprezzata!
  • Dolce Sorriso il 27/04/2010 12:41
    giusto...
    adorabile Lori
  • francesca cuccia il 27/04/2010 10:43
    Hai raggione amica mia, l'Italia è bella ma, certa gente la rovina, bravissima.
  • Salvatore Ferranti il 27/04/2010 09:49
    davvero molto bella questa poesia. mi è piaciuta tantissimo
  • laura marchetti il 27/04/2010 09:33
    bravissima Lor, riesci a parlare di tutto... di bello e di brutto, con grande sensibilità
  • Antonietta Mennitti il 27/04/2010 09:32
    Condivido a pieno Lory... ma lo sai che ci sono anche malati di serie " B" ?
  • Tiziana La delfina il 27/04/2010 08:48
    giusta riflessione a mettere in poesia il tuo stato d'animo che ampiamente condivido, bravissima
  • anna rita pincopallo il 27/04/2010 08:41
    5 stelle è veramente vergognoso che dei medici preposti a salvare e curare le persone
    facciano delle differenze... i malati devono essere tutti uguali

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0