username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La mia paura

Se guardo il buio
avverto l'ignoto
di pensieri
anche nell'aria...
E annaspo in cerca
di luna opaca
che ammorbidisca
pure la mente...
Paura è vivere
senza poter vivere,
con stralci d'incerti
domani,
con pensieri
di bocche piangenti,
con sentore di urla di demoni
per il mondo,
incattiviti e dominanti
il respiro.
Paura è il sangue rivolante
in occhi stupiti
di bimbi
per una mamma in delirio,
o per un padre folle
che non ricorda
del suo primo sorriso...
La paura tangibile
si stringe pervicace in cuori
soffocando
il tempo delle speranze,
che non annulla mai
l'arbitrio impassibile
che imprigiona
le menti.

La paura... di morire,
nell' attimo
quando decidi finalmente
di vivere.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • sara meneghello il 19/05/2011 07:30
    Poesia molto forte, e bella soprattutto.
  • giampaolo marcialis il 13/05/2010 17:18
    È un segnale della propria insicurezza. Della morte non si deve aver paura, soprattutto per noi ormai più che adulti. Pensa un po' ai piccolissimi bambini ricoverati in oncologia pedriatica, che della morte non hanno alcun sentore. Medita
  • Anonimo il 27/04/2010 17:53
    La Paura di morire esiste solo per chi ha paura di vivere.
    5 stelle
  • francesca cuccia il 27/04/2010 17:17
    Credo che questa paura sia di tanti.
    Tanto si desidera di vivere che quando arriva il momento di farlo si ha paura.
    Bellissima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0