accedi   |   crea nuovo account

Il ricordo

Sul vicolo dei ricordi qualcosa che cade sulla soglia del
pensiero, mi arresi d' incanto nel pianto, mi alzai,
in nuvola di un frammento di cielo rosso pastello di tramonto.
Dimenticai lacrime, racchiusi ricordi in paggine di sogni,
in un attimo scordai di me, mi confusi col silenzio,
parlai all'infinito.
Cede qualcosa silenziosa come la tua assenza che e' presenza.
si posa su me, in quei momenti pensai ancora a te,
riguardai il tuo ricordo.
Diventasti onda di sale di mare.
Diventasti vento oltre l'orizzonte.
Diventasti una foglia di memoria.
Attraversai con un nuovo senso quel momento,
sorvegliavo la notte.
In un illusione m' imbattevo sull'abbandono ai ricordi,
cosi forte da stringere il fiato.
Mi nascosi da ognipercezione d' universo colmo di vuoto,
accadde qualcosa sul tempo che fu percorso.
in un sorso di anni, come mai?
pensieri s'infrangono in un momento.
Calmai l'anima che arretra ancora,
come nebbia e lo spazio divento' limpito,
come il tuo ricordo.

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0