accedi   |   crea nuovo account

Il mare che sarò

La mia vita scorre veloce e lenta
come scorre un fiume in un alveo tortuoso.
Forse, quando quel fiume vedrà il mare,
incontrerà anche le acque di altri fiumi
e, insieme, si racconteranno la loro corsa
dai monti al delta.
Anch’io arriverò al mio mare
perché ognuno ha il suo,
e quel mare sarà il mio, per sempre.
Questo solo oggi posso dirti, amico mio:
il fiume che sono,
il mare che sarò.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • vincenzo aruta il 19/06/2011 12:53
    ... Dai monti al delta... dall'origine alla fine. Tutto sarà disseminato qua e là e di noi chissà che cosa resterà... forse, il ricordo.
  • Wester Auxano il 23/08/2008 09:25
    Tutto si dilata.. il tempo e l'esperienza trasformano i fiumi in mare.. il mare è dispersione... insieme si è... amore... ciao
  • mita non importa il 03/02/2007 16:06
    le gocce d'acqua, prima o poi, evaporeranno...
  • mita non importa il 03/02/2007 16:03
    siamo niente anche se ci sentiamo il tutto...
    saremo il tutto anche se non saremo più niente
  • katia debora melis il 02/02/2007 19:54
    bella, profonda, sentita...
    Mi piace l'idea de: il fiume che sono, il mare che sarò; l'idea di un allargarsi dell'essere.
  • Antonio Izzo il 02/02/2007 18:43
    Scritta per Jader nel triste evento della morte di un suo amico suicida. Fu il modo che scelsi per stargli vicino in quel momento così doloroso, a lui che vive lontano da me.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0