PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La morte bambina

Poteva da sola la polvere coprirti?
O sogno vedere lo squarcio del velo?

Costava sudore il volo di passero e
morta la betulla cingeva la roccia,
fondevano la sabbia con le lacrime,
del corpo sentivi il freddo abbraccio.

Muovevi un clangore di ferri e la serpe
strisciava nel bosco, potevi vederla?

Non potevi, la luce perdeva il suono
e la primavera di terra e memorie
sapeva cullarti, bambina di pietra
nel soffice incalmo di un tronco.

Ora resta del giorno la parte migliore,
di giochi non perdi il ricordo, sei biglia
e bastone, getti tra l'erba la spada
di ruggine, baci la terra che ti accoglie.

Piede che pesta e filo di rame, il velo
che copre il volto, memoria del tempo.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Marysun... il 02/05/2010 14:05
    le tue parole suscitano un'atmosfera particolare.. mi piace molto come intrecci le immagini e come dai potere alle parole! complimenti
  • Anonimo il 29/04/2010 08:26
    nelle tue poesie c'è sempre un accento ''mitico'', nelle immagini e nella lingua; nel senso che ciò che scrivi ha valenza al di là del personale, diventa archetipico, comune, universale. ad esempio la ''primavera di terra e memorie'' che potrebbe essere ricordo caro a chiunque, parte del vissuto altrui. questa, a mio parere, è una delle tue migliori poesie
  • Anonimo il 28/04/2010 19:34
    Sarà triste, ma esprime bene il suo sentimento.
    5 stelle
  • Paola B. R. il 28/04/2010 19:10
    Triste ma, ti prende molto!!!!
  • Anonimo il 28/04/2010 16:06
    Una poesia molto intensa e ben scritta, complimenti a te!
  • Anonimo il 28/04/2010 15:44
    Poesia triste, versi di elevata intensità. Complimenti per la prosa!
  • loretta margherita citarei il 28/04/2010 15:26
    splendida

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0