accedi   |   crea nuovo account

A CHI

A chi rimane fermo
A noi che non prendiamo posizione
che deleghiamo ogni decisione
al destino, al fato o ad un altro simile fetente
scelto a caso liberamente …
A chi perde tempo
spettatore triste
del dileguarsi di mesi inconcludenti
A me e a voi a tutti ricordo che
basta niente...
e stai bene con la gente

Rispolvera la stima
spezza catene e nodi
sbriglia l’amor proprio
cavalca il tempo e senza tema
affronta il toro nell'arena
Alla tua vita cambia quel vestito
tendente al grigio … piuttosto opaco
Scegli la luce di un colore vivo
che riscaldi il cuore a te
e a chi ti sta vicino

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • sara rota il 21/04/2007 17:23
    Condivido pienamente le tue idee; basta poco per stare bene con gli altri; la felicità è un tutto e un niente, ossia basta poco per trovarla, ma quando la si ha è davvero preziosa
  • Riccardo Brumana il 16/03/2007 07:56
    condivido il testo e mi piace la sruttura, belle anche le rime che rendono più godibile il tutto. bravissima
  • luigi deluca il 18/02/2007 11:06
    A quelli che delegano a "simile fetente" (lo leggo come "integralismo" "dottrina" "religione" ) Brava,è ora di smettere di delegare. È una composizione BELLISSIMA quasi come una canzone di Pierangelo Bertoli!
    gigi
  • Notari Silvano il 05/02/2007 21:36
    Il lettore non respira dal primo verso fino alla chiusa. Come si dice: "tutta d'un fiato". Noto qualche velo di poesia civile nella prima parte. per passare poi a veri toni filosofici. La chiusa ammorbidisce tutto il testo che si snoda su dei toni ritmici e delle immagini sostenute. È lo stile che apprezzo maggiormente. Grazie per questa bella opera poetica. Ciao Silvano

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0