username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Aspettando

Seduto su una sedia
Guardi in faccia il mondo
Dall'alto del tuo vissuto.
Tu, aspetti invano
Che la morte ti riporti a lei
Ma ogni giorno che passa
Il tempo sembra fermarsi
Fra le rughe della tua pelle.
Sembra ieri, commosso fra la gente
Mentre le davi l'ultimo addio
In questa vita ormai appassita.
Sembra ieri, mentre mano nella mano
Passeggiavate insieme
Nei giardini dell'amore.
Sembra ieri, stretti stretti nella notte
A nascondervi agli occhi del padre di lei
Com'è ingrata la vita
Tu seduto sulla sedia
Mentre aspetti la morte.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • clem ros il 06/03/2012 11:33
    Alle volte succede, finire il cammino nello stesso tempo, non è per tutti. solo i grandissimi amori danno questa gioia, per alti è liberazione, per altri solo un modo per ricominciare, con tutto il rispetto.
  • Anonimo il 03/09/2010 16:44
    E se il cammino fosse fatto insieme?
    Così nessuno dei due occuperebbe una sedia scomoda?
  • clem ros il 03/05/2010 12:28
    Grazie a tutti. La perdita della compagna o del compagno di una vita è triste. Speriamo di provarlo il più tardi possibile, se non dovesse toccare prima a me.
  • Salvatore Ferranti il 30/04/2010 22:55
    poesia molto intensa, mi ha commosso... applausi
  • Antimo Maddaloni il 30/04/2010 21:47
    Scrivi in un modo che mi prende molto. Sembra fatta su misura per me',
  • loretta margherita citarei il 30/04/2010 21:20
    bella ma triste ed amara
  • francesca cuccia il 30/04/2010 20:33
    Bellissimo pensiero, per chi dopo aver vissuto attende la fine per riunirsi all'amore, molto bella.
  • maria caputo il 30/04/2010 19:54
    Scusa Clem, vista la tua follia, pensavo che volevi vederla da mort...
  • Gabriella Salvatore il 30/04/2010 17:46
    Straordinaria lettura della vita, triste e maliconica, molto bella!
  • clem ros il 30/04/2010 16:52
    Meno male che c'è floriana, che legge la mia lucida follia. Grazie Flo, a buon rendere...
  • Anonimo il 30/04/2010 16:48
    immaginavo che nn eri tu, versi troppo lucccidiii!!!
  • clem ros il 30/04/2010 16:46
    Marì ma che hai capito... non sono io ad essere seduto su una sedia, mica ho ottantanni...è solo un introspezione suggerita da una canzone di pino daniele.
  • maria caputo il 30/04/2010 16:34
    Ma dai non ti abbattere su con la vita...
  • clem ros il 30/04/2010 16:33
    A una certa età è l'unica cosa che aspetti.
  • maria caputo il 30/04/2010 16:30
    Aspettare la morte per rivedere lei... Meglio vivere la vita...
  • Anonimo il 30/04/2010 16:24
    ... commovente, bellissimo componimento di vita e morte.