PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Menestrello

arpeggi impossibili
guizzanti polpastrelli
s'arrampicavano sulla dodici corde
rubava
alla sua gioventù
emozioni e parole
e la sua voce intonava così
"queste parole, sono scritte da chi
non ha visto più il sole
per amore di lei
io, lo ho trovate in un campo di fiori
sopra una pietra, c'era scritto così
ho difeso, ho difeso
il mio amore, il mio amore"
una stretta al cuore e
un diamante acqueo solcava il viso del cantore
dita impazzite sulla tastiera
per un crescendo di suoni e
il suo cuore urlava così
ho difeso, ho difeso
il mio amore
il mio amore

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 01/05/2010 05:53
    me la ricordo la canzone, sono contenta di aver avuto come compagne di gioventù queste belle canzoni, bellissima poesia
  • Anonimo il 30/04/2010 23:32
    mitica canzone dei NOMADI...
    una strofa incastonata come una perla nei tuoi emozionanti versi...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0