accedi   |   crea nuovo account

Pensandoti

Inaspettatamente ritornano
certe mani
a lasciare carezze al cuore
che ormai non sperava,
che ormai si spegneva,
che ormai moriva.
Quelle mani resuscitano
emozioni morte col tempo,
vive in un altro tempo,
nascoste dal Tempo.
Quelle mani scivolano
per cercare l'introvabile
riuscendoci
e di questo te ne sono grato
e afferro le tue mani
e le guido a colpo sicuro
sulla sinistra del torace
dove il battito si fa più veloce,
dove nascono sorrisi
che salgono alle labbra
che cercano le tue labbra
come mani che offrono le palme
a un Dio arciere che pensavo cieco.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Francesca La Torre il 01/05/2010 14:01
    Bellissima, mi ha lasciato senza parole, ho sentito solo il mio cuore esultare, bravo!
  • Anonimo il 01/05/2010 10:24
    Molto bella viva piena di emozione che riesci a trasmettere in tutta la loro essenza, complimenti.
  • laura marchetti il 01/05/2010 09:16
    descrizioni molto vive e molto belle!!
  • Anonimo il 01/05/2010 09:02
    Sono emozioni doppiamente sentite, doppiamente apprezzate quando
    ti sono mancate e pensavi di averle dimenticate!!
    ".. e le guido a colpo sicuro sulla sinistra del torace..."

    Bellissima poesia Paolo...
  • - Giama - il 01/05/2010 08:42
    Eros che ancora fende dardi e noi pronti ad essere colipiti.

    bella!
  • Elisabetta Fabrini il 01/05/2010 08:00
    Che belle parole Paolo... complimenti!!
  • ADELA MARIA OPRICA il 01/05/2010 07:36
    E veramente bella e piena di emozioni. CI PIACE.
  • loretta margherita citarei il 01/05/2010 05:55
    dio arciere ha colpito e bei versi ti ha ispirato delicata poesia
  • Aedo il 01/05/2010 00:28
    Una poesia molto delicata, legata al ricordo di un amore unico.
    Complimenti!
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0