PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Travagghiu

o sind'ìu, dind'ìmu
'ndi dividunu
risati parrati da figghioleddi
iocavumu, na vota
vora, cà scusa du travagghiu
'ndì dividunu
ieu mah, l'autru c'ùsapi
Maria Santissima
ridimu ancora, avoi
'ndì levunu puru chiddu, finisci
quasi frati, na famigghia numerosa parivumu
'ncarchidunu noiusu, forsi munsù
ma sempre ì nuautri
è comu lassari a casa aundi si vivi
rimani u saloni
grandi 'mpurveratu
vora che 'nindiìmu.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 13/10/2016 10:30
    splendida... complimenti.

2 commenti:

  • Anonimo il 01/05/2010 17:32
    idem, cara Loretta,
    però leggerla affascina...
  • loretta margherita citarei il 01/05/2010 15:16
    conosco il napoletano, il romagnolo, l'umbro, il romano, ma non gli altri, ho capito solo lavoro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0