username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Lucida follia

È diverso,
è pazzo,
parole tra le righe
di chi non osserva,
di chi sa mettere marchi
e timbri e bolli a fuoco.
Giudicare,
dall'alto dello scranno,
dove sta il limite tra normalità
e pazzia?
Fuori percorso,
cure, medicinali,
chi giudica la diversità
è già al di fuori di tutti i percorsi
e diventa parte di un giudizio
che non va al di là
della propria toga,
dietro la quale si nasconde
lucida la follia.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • denny red. il 04/05/2010 03:34
    follia.. giudizi, condanne, "presunzione" invidia, sai che faccio? .. mi bevo un bel cappuccio con i biscotti,
    mi fumo una sigaretta, ajzo gli occhi al cielo.. e che dio preghi sempre per loro. amen.
    bella e vera poesia, brava laura.
  • Salvatore Ferranti il 03/05/2010 09:47
    siamo tutti un po' pazzi... qual'è il limite che separa la sanità dalla follia? impossibile dirlo...
  • Simone Scienza il 02/05/2010 23:28
    chi si permette di fissare i parametri della normalità è il primo dei folli
  • tania rybak il 02/05/2010 16:48
    credo che nessuno ha diritto di giudicare, ma dire che non condivide alcuni aspetti o può tacere tenendosi per se la propria opinione, ma nessuno ha diritto di sminuire nessuno per la presunzione o altro, brava
  • Anonimo il 02/05/2010 13:37
  • loretta margherita citarei il 02/05/2010 10:30
    ottima riflessione
  • Auro Lezzi il 02/05/2010 09:57
    Semplicità e Sensibilità.. Ecco la Laura S. S... Ma anche Super Sport... Chi non la conosce.. Se perdeee un bel po' de roba bona..
  • Anonimo il 02/05/2010 09:41
    Laura bella poesia, profonda e vera!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0