accedi   |   crea nuovo account

S.. tiro dritto guardando indietro

L'abito di ieri
non lo abito più,

è fuori misura,
sformato, sgualcito
da un oggi appeso
senza ometto,

non ometto i motivi delle pieghe,
attendo soffi d'appretto
che diano amido all'anima,

stirato da un domani
calcato dalle tue carezze
di bucato steso al Sole.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Anonimo il 03/05/2010 22:45
    Lascialo in cantina, quel vecchio abito non ti stà più bene!!!
    Bella Simo, profonda...

  • Anonimo il 03/05/2010 16:50
    ecco ciò che chiamo inventiva da invidiare. sprazzi genialoidi nel simone "scienza". e bravo sim (e napule paisà! ahaahahh!!)
  • Anonimo il 03/05/2010 11:32
    Un guardare indietro per trarne una saggezza nuova. Un nuovo Simone vestito di voglia e vigore, illuminato dentro e fuori!
    Bravissimo!!!
  • Elisabetta Fabrini il 03/05/2010 10:14
    Questo Somone mi piace di più di quello di prima... sei eccezionale... bellissima poesia!!
  • laura marchetti il 03/05/2010 09:24
    bellissima... rinascita! grande SIMO!
  • Vincenzo Capitanucci il 03/05/2010 08:40
    Nascita di un uomo nuovo... bucato... da un raggio di Sole...

    Bellissima Simo... carezze da bionde more rosse... lol..
  • loretta margherita citarei il 03/05/2010 05:57
    bellissime metafore
  • tania rybak il 03/05/2010 02:11
    bella poesia, belle e originali metafore, mettilo quel abito nel armadio dei ricordi e non lo mettere più, ma se un giorno sarai triste, pensa ti stava a pennellò e quei momenti, credo, erano belli, complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0