username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dentro il cuore d'un ospedale

L'ospedale è pieno di gente
come ogni mattina
la gente occupa a frotte
le sedie della sala d'aspetto
c'è un sole tiepido
appena fuori dalla porta
si specchiano i raggi
sul vetro dell'androne
c'è una donna incinta
che non sta comoda
su queste sedie di legno
con un volantino
che invita a farsi un prestito
si sventola
fa sempre troppo caldo
negli ospedali
le porte si aprono e si chiudono
ad intervalli mai regolari
entrano persone preoccupate
escono facce sollevate
altre con gli occhi lucidi
è il sistema ad essere volgare
in una diagnosi
è spesso disegnato il destino
in un pezzo di carta
c'è la cronaca d'una morte
alla donna incinta
è caduto il foglio
rimane per qualche istante
a fissare il pavimento
con le guance rosse
come avesse bevuto vino
sorride ad un uomo
che le siede accanto
come fosse lui
la sua unica fonte di verità
e di salvezza

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

22 commenti:

  • Gabriella Salvatore il 04/05/2010 15:01
    Riflessione sul sociale, la vita in ospedale che intristisce, logora chi la vive. Sentitissima poesia!
  • Cielo Terra e Vita il 04/05/2010 14:44
    Sensibile descrizione di un flash della nostra tribolata esperienza terrena... Molto bella!
  • francesca cuccia il 04/05/2010 09:47
    Succede di tutto dentro un ospedale, la paura è costante, bravissimo come sempre amico mio.
  • Antonietta Mennitti il 04/05/2010 07:13
  • Barbara Scarinci il 04/05/2010 01:11
    Hai raccontato uno spaccato di vita verissimo, ci sono milioni di persone che ogni giorno sono lì per vari motivi ed è vero chi aspetta ed ha paura cerca conforto anche nello sguardo di chi gli siede accanto!!
  • denny red. il 04/05/2010 01:10
    "PREGA PER LORO!! PER NOI!! MADRE DI DIO"
  • tania rybak il 03/05/2010 23:34
    mi hai fatto ricordare il giorno quando è nato mio figlio, tutte quelle ansie e paure, per fortuna i medici della clinica dove sono nati miei figli sono meravigliosi, con l'ostetrica ho restaurato un vero rapporto d'amicizia, purtroppo due mesi fa quella clinica l'hanno chiusa perché il proprietario non pagava gli stipendi, ti rendi conto quasi un anno quelle persone hanno lavorato senza lo stipendio, forse hai visto "striscia la notizia" qualche mese fa, la clinica ostetrica di Avezzano a protestare per mesi... povera gente, persone straordinarie cosa fanno adesso? bella poesia
  • enrica merlo il 03/05/2010 23:23
    Nella sua struggente drammaticita' e' uno spaccato di vita vera e quindi bella... per alcune persone a me carissime ho dovuto frequentare ospedali... quanta sofferenza... quanta tristezza... tu hai dato un po' di dolcezza a questa realta' cosi' triste. Grazie.
  • Anonimo il 03/05/2010 22:42
    L'apparenza è di mancanza di sensibilità, si tocca quasi con mano...
    ma ci sono veramente tane persone che ci mettono il cuore, pochi
    nella moltitudine del personale sanitario ma ci sono!!

    A loro vorrei fare un applauso

    e un abbraccio a Salva che riesce a penetrare nei minimi particolari
    a molti insignificanti ma per lui splendidi versi
  • Dolce Sorriso il 03/05/2010 20:48
    bella... semplicemente bella
  • garfield il 03/05/2010 17:53
    bellissima!
  • garfield il 03/05/2010 17:52
    bellissima..
  • Anonimo il 03/05/2010 17:30
    Concordo Con Karen.. Bravissimo
  • loretta margherita citarei il 03/05/2010 17:18
    è una realtà che ben conosco bei versi
  • Hila Moon il 03/05/2010 13:59
    Descrizione perfetta di una realtà, che ne racchiude tante altre a seconda dei destini... molto bella
  • Anonimo il 03/05/2010 13:04
    Bravo. È proprio così negli ospedali. Anni fa ci sono stata per più di un mese e ancora ne serbo il ricordo... ciao
  • Patty Portoghese il 03/05/2010 12:28
    Sempre versi intensi della vita d'ognuno di noi, sempre pronto a colpire nel profondo... Mirabile!
  • Elisabetta Fabrini il 03/05/2010 10:17
    hai disegnato benissimo un quadretto.. uno spaccato di vita... magistrale poesia... bravo!
  • - Giama - il 03/05/2010 09:51
    bellissima descrizione... bravo!
  • karen tognini il 03/05/2010 09:13
    Bravo... hai reso l'idea...
    c'è tanta sofferenza... e a volte poca diplomazia... nel personale ospedaliero...

    ma ci sono molti infermieri... e medici.. che danno il loro cuore nel loro lavoro... facendone diventare una missione... ed io li ringrazio...

    un abbraccio
    karen
  • Vincenzo Capitanucci il 03/05/2010 09:12
    In quel calore umano... vive tutta la speranza...

    Bravissimo Salvatore...
  • laura marchetti il 03/05/2010 09:12
    dentro il cuore dell'ospedale ci sono tanti cuori... il tuo riesce sempre a cogliere con garbata ironia e profonda analisi e a fare una anamnesi acuta della realtà che ci circonda... bravissimo... come sempre!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0