username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Focolari (abbandono)

Singulto sommesso di tanti ricordi
mite solleva l'eco di dolci momenti,
s'ode fra mura di dimenticate città
quivi sospinto da un vento caparbio.
Smarriti in biechi vicoli ciechi
reciproci manicaretti d'amore.
I nostri pathos romantici, arsi
in fuligginosi pianti e rimpianti,
fioche fiammelle di umidi ceppi
in focolari di casolari imbruniti
da stenti e inceneriti fumacchi.
Dal fumaiolo del nostro trascorso
mai più s'alzeranno, bianche fumate.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • augusto villa il 13/03/2007 22:13
    Bella, dolorosa ma con consapevole accettazione...
  • Tiziana Monari il 10/02/2007 07:51
    .. ha delle belle immagini.. pero' respira poco... forse andrebbe un po' più spaziata... titty
  • Luigi Lucantoni il 05/02/2007 22:11
    Bella ci vedo qualcosa di antico e di classico.
    Il fumaiolo non attiene al nome geografico vero!?
  • Nella Bernardi il 05/02/2007 19:09
    molto bella anche se il contenuto è triste, ma in fondo dobbiamo saper leggere la realtà e tu l'hai vestita elegantemente, con sapienza e dignità, sei molto bravo, ciao NellaBernardi
  • Duccio Monfardini il 05/02/2007 15:28
    non è il mio genere, cmq niente male. ciao, duccio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0