accedi   |   crea nuovo account

Sognare ad occhi aperti

Da molto tempo sono cosciente,
che siamo il frutto dell'intelligenza superiore,
il seme del passato che vive nel presente,
un'immagine e somiglianza di una mente eccellente.

Dotati di un'anima e di un cervello,
siamo considerati la specie vivente
più intelligente e la più bella,
veniamo classificati come i migliori.

Il nostro cervello formato da due emisferi
è un computer che trasforma
nella realtà i nostri desideri,
il conscio e l'inconscio
ci guidano quotidianamente come in uno show.

Purtroppo molti pensano,
che sfruttando solo il lato conscio:
quello razionale, pratico, logico e lineare,
analitico e matematico,
sono intelligenti e completi,
ma per la gioia dei poeti,
voglio dire che la categoria di quelle persone
sfrutta solo il 5% del proprio cervello,
le idee più brillanti,
invece, stanno nel 95% dell'inconscio,
proprio lì si nasconde il lato bello.

Il lato emotivo, creativo, immaginativo,
intuitivo, oculistico e allargato
vive nell'inconscio,
entrambi i lati non devono essere sprecati,
ma devono essere usati in perfetta armonia,
usandoli sul serio,
perché il cervello non conosce l'ironia.
Tutti i due lati servono
per raggiungere i nostri obbiettivi,
naturalmente se sono sani e costruttivi.

Ogni uno di noi è dotato
di qualche tipo d'intelligenza particolare,
che può essere musicale, interpersonale, intrapersonale,
spaziale, linguistica, cinestetica o naturale.
Ogni uno di noi ha il massimo da dare,
ma deve capire quale il suo talento,
per capire questo bisogna essere attenti.

Non esistono persone stupide,
esistono persone poco intelligenti,
persone troppo pigre per sviluppare i talenti,

123

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • sara zucchetti il 06/05/2010 12:02
    brava, lunga poesia ma piena di concetti importanti dei quali sono d'accordo. Splendido il finale la vita è una corsa e per vincere ci devi partecipare! Mi ha colpito molto anche la parte in cui dai importanza all'inconscio dove nascono le cose più sensibili e non solo il ragionamento
  • denny red. il 04/05/2010 00:05
    .. corre per vincere, conosce bene.. siamo nati per vincere, non solo essere presenti alla gita.
    TANIA SEI POESIA, VERA SINCERA PURA, UN PIACERE LEGGERTI!
  • loretta margherita citarei il 03/05/2010 17:00
    bei pensieri, con semplicità esprimi grandi verità
  • tania rybak il 03/05/2010 16:01
    grazie ragazze, siete sempre generose con me. a Vincenza volevo dire che intendevo la gara, come miglioramento di se stessi, non la rivalità con gli altri, anzi servire e capire gli altri è la cosa più bella, più persone rendo allegre e felici e più sono felice io, sono fata così, sono esigente verso me stessa, tanti baci
  • laura marchetti il 03/05/2010 15:46
    BELLISSIME riflessioni di una persona intelligente e piena di buona volontà, bravissima
  • Anonimo il 03/05/2010 13:18
    Mi piace. Hai ragione, ognuno di noi ha un talento unico e irripetibile. Tutto sta nel saperlo cercare e credere in sè stessi. Però, vedere la vita come una gara, una corsa da compiere, mi lascia un po' affannata e perplessa. Ognuno è quello che è, l'importante è crescere come esseri umani nel rispetto degli altri e di tutto ciò che ci circonda. ciao
  • francesca cuccia il 03/05/2010 13:16
    Hai ragione Tania
    la vita è bella ma, per viverla bisogna esser forti e lottare.
    Bravissima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0