PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Paura

baluginio di luce
tra le tende socchiuse
cadono perle violacee
frammenti di meteore
pulsa il cuore esangue
mentre una sirena lacera
l'aria che sa di ferro
scalpiccio di zampe orride
denti affilati che mordono
la fredda carne cremisi
digrignare di fauci stillanti
bave melmose
scricchiolio di tibie fragili
paura che si fa solida
illogica, impalpabile
come una lama gelida
che trapassa un'anima morta

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 08/10/2012 10:59
    Sensazioni molto forti per una lirica avvolgente che ben descrive quello che il titolo suggerisce.
  • B. S. il 03/05/2010 21:23
    "come una lama gelida che trapassa un'anima morta"
    Splendida questa frase che, secondo me, è tutta la poesia.
  • B. S. il 03/05/2010 21:21
    "come una lama gelida che trapassa un'anima morta"
    Per me questa frase è tutta la poesia.
  • Anonimo il 03/05/2010 20:34
    ... paura che si fa solida...
    bella da paura...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0