accedi   |   crea nuovo account

Perfidia

fendenti lessicali
inibiscono, esautorano
recidono
parole e pensieri
bolso, afasico, incredulo
l'ego
affonda in un mare d'inchiostro
ove Ella attinge per redigere
la condanna a morte
parole che affondano nel carneo
lacerano il costato
m'inginocchio, cado
come una foglia
d'autunno.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Fernando Biondi il 08/05/2010 19:18
    molto molto bel composta e chiara.
    complimenti.
  • Anonimo il 03/05/2010 19:37
    Ben fatta ed espressiva.
    Bravo Ignazio 5 stelle
  • loretta margherita citarei il 03/05/2010 18:36
    si sente la forza dei versi, molto bella, complimenti amico caro
  • gian paolo toschi il 03/05/2010 18:36
    Ottima, icastica, esaustiva.
  • Anonimo il 03/05/2010 17:53
    molto sentita, grazie di condividere i tuoi pensieri... BRAVO!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0