accedi   |   crea nuovo account

La tomba dell'amore

Dove hai seppellito il nostro amore?
lo sento gemere e gridare soffocato.
Vivo è stato sepolto: è nella cassa,
che strazia il triste legno con le unghie.

Dove hai seppellito il nostro amore?
Lo sento che mi urla dentro al cuore,
mentre quel mostro informe ci divora:
il tempo; istante per istante che ci inghiotte.

Dimmi dov'è sepolto, non più sopporto,
sentirlo gemere e scalciare nella tomba.
Dimmi perchè lo hai fatto, e se ne soffri,
di quell'orribil gesto com'io ne soffro.

Dimmi se dormi beata o hai un rimorso!
Son quì davanti a te, son io che baciavi.
Quello a cui hai giurato eterno amore.
Son quì mentre ti guardo, e tu mi vedi.

Dimmelo dentro agli occhi! Dimmi perchè
il giuramento hai tradito, o non l'hai fatto.
Se non vuoi farlo rivivere, ti prego:
dimmi dov'è sepolto il nostro amore.

Dimmelo dov'è che lo riscavo,
lo libero e lo faccio ancor librare,
oppure lo sopprimo, si che avrà pace.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Anonimo il 29/12/2011 19:16
    Immagini forti per un urlo di dolore. Bellissima!
  • ELISA DURANTE il 17/12/2010 19:14
    Già, i vampiri dell'amore... BRRRR (brivido). In splendido stile gotico questa poesia!
  • Pablo X il 04/06/2010 16:08
    Già bella Miranda, le megere hanno dallo loro una magia nera che nello stesso tempo attrae e respinge. Non tutti gli amori sono con le alucce e le frecce, ci sono quelli maledetti
    che assomigliano più a vampiri.
  • Anonimo il 04/06/2010 14:15
    un amore vampiro... da piantargli un legno dentro al cuore... o una corce nera del fumo dei roghi... un amore stregato, nato per una donna megera, dai rossi capelli arruffati... far rivivere i morti è contro natura... o forse è un miracolo?
    Miranda
  • bruno guidotti il 26/05/2010 10:21
    Grazie per il tuo gradito commento e complimenti per questa poesia dalle fosche tinte
    ma emanante schietta luce. Drammatico il tema e bella la rima, ciao Bruno.
  • Pablo X il 07/05/2010 17:29
    Troppo buona bella Silvia, è una vecchia poesia (per fortuna!) ehhehe, grazie a tutti per i commenti
  • Solo Aivlis il 07/05/2010 14:32
    5 stelle non bastano per votare questa poesia... ne occorrerebbero 100!!! È troppo bella...
  • laura cuppone il 04/05/2010 14:56
    se é sepolto
    é morto
    ma deve esserlo dentro
    altrimenti é vivo e ferito...

    l'agonia...
    ...
    ne nascerà un altro, sicuramente
    un altro... si
    ma quello...
    quello muore
    o vive per sempre nascosto...
    dentro.

    le cose si trasformano
    ...é il tempo... lui
    il vero odio..
    il vero
    amore...
    forse...

    Laura
  • Anonimo il 03/05/2010 19:41
    Capisco bene ciò che provi.
    Molto intensa. Bravo Pablo 5 stelle
  • Cinzia Gargiulo il 03/05/2010 19:28
    Un vero peccato non riuscire a tener vivo l'amore.
    Bella poesia.
    Ciao...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0