accedi   |   crea nuovo account

Amato Demone

Da gentil vociare
di tastiera
lacrime di fiele,
le tue,
bagnano la porta
diroccata del mio petto,
non uno squillo, un avvertimento,
rieccomi deliziosa amata,
voragine del tormento.

All'addiaccio tremo dentro sogni
deformi, soffocati dalla stretta
dei tuoi luminosi sorrisi,
che vegliano la mia agonia
consumando il sangue
rimasto nel cuore.

Rannicchiato,
nel mio sudario
il ritmo dell'orario
mi trascina via
al riparo da te.

Addio
amato demone,
svanirai urlando
ai primi
battiti del giorno.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • niche chessa il 22/10/2010 12:21
    UHM, ma stai molto sul computer di notte? Scrivi densamente
  • Anonimo il 10/05/2010 14:22
    Poesia Toccante.. Bellissima..
    Un caro saluto,
    Giuseppe M.
  • Donato Delfin8 il 05/05/2010 16:43
    Ahi! Intensa Simò.

    Ah bè sei solo al primo capitolo del libro o no? forzola su su
    magari un mini... opuscoletto
    sfogati ancora...
  • Anonimo il 05/05/2010 16:04
    E bravissimo Simone! Sapessi le mie di lotte...
  • laura marchetti il 05/05/2010 10:51
    la notte porta consiglio e le lotte notturne sono quelle più efficaci perchè non siamo distolti dalla vita quotidiana che gelosa ci tira per la giacca... splendidamente in forma il mio amico Simo!!!
  • karen tognini il 05/05/2010 08:03
    Elisabetta ha gia' detto.. tutto...
    speriamo... nel sole... Simo.. aiuta ad alleggerire la malinconia..

    un abbraccio..
    karen
  • Elisabetta Fabrini il 05/05/2010 07:48
    Il tuo dolore e tormento sono palpabili... mi coinvolgi nella tua tristezza... ma lascia riposare il tuo cuore e tornerà il sorriso.. bellissima, Simone!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0