username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Allodola

Io,
sono nata allodola,
ma senza ali, volo con la fantasia.
Cinguetto molto,
a volte per passione a volte per rabbia,
amori inseguiti, sognati, presi,
voluti, lasciati, persi
amore...
Uno specchietto per le allodole...
Dove ogni volta mi rifletto
con le mie sfumature.
Tornano le incertezze di una primavera
che, dentro il canto,
si confonde con le lacrime di una pioggia
che a tratti lascia spazio al sole.
Estati, compagne di cicale, compagne di sogni
di brividi, passioni e paure.
Allodola mi lucido le piume,
accarezzo i miei ricordi fra
nidi di stoppie e bianche ovatte
cespugli di spine e rosse rose.
Mi perdo a guardare il rosso di un tramonto,
appoggio il capo sotto l'ala,
un altro giorno va a finire...

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 06/05/2010 07:47
    Bei versi! Brava
  • denny red. il 06/05/2010 01:49
    molto bella!! laura versi stupendi! 5 STELLE!!!
  • tania rybak il 05/05/2010 23:29
    un bel sfogo
  • Don Pompeo Mongiello il 05/05/2010 19:44
    Bellissima e ti accendo di cuore le 5 stelle.
  • loretta margherita citarei il 05/05/2010 16:12
    attenta agli specchietti
  • Auro Lezzi il 05/05/2010 12:58
    Molto dolce e significativa.. Diventa rondine..
  • Salvatore Ferranti il 05/05/2010 12:57
    poesia malinconica, ma molto vera... grande voglia di libertà in questi versi... magnifici

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0